Berlino ha una delle più grandi collezioni di tesori al mondo

Berlino regala ai visitatori memoria e arte. Chi ama l’arte antica apprezzerà tantissimo la collezione egizia del Neues Museum. Da visitare anche l’Altes Museum, il più antico della capitala tedesca, che ospita manufatti di Micene, Creta e delle Cicladi. Il Pergamonmuseum espone opere provenienti da Pergamo.

Il Jüdisches Museum è il Museo Ebraico della città. L’edificio ricostruisce il percorso della storia degli ebrei. La struttura ricorda nella forma una stella di Davide. L’asse dell’Olocausto conduce a una torre che è stata lasciata vuota. Quello dell’esilio porta ad un giardino racchiuso tra 49 colonne e rappresenta il permanere degli ebrei in Germania nonostante l’Olocausto.

L’Hamburger Bahnhof è un tempio dell’arte contemporanea ricavato in un’ex stazione ferroviaria della metà dell’Ottocento. Qui si ammirano opere di Keith Haring, Andy Warhol e Joseph Beuys. Il muro è il centro della East Side Gallery, l’ampaia galleria a cielo aperto fatta sui murales disegnati sui resti del muro. La street art è un elemento che caratterizza Berlino.

L’arte berlinese non è solo cultura ma anche sapori. Molto interessanti sono i mercati. Ogni domenica a Friedrichshain si svolge il mercato delle pulci di Boxhagener Platz, la piazza raccolta attorno alla quale ci sono caffè e ristoranti. Da visitare a Markthalle Neun il mercato del quartiere di Kreuzberg il giovedì. Il Mauerpark è il più noto dei mercati della città, si svolge la domenica.

Berlino è la città della musica come quella tecno della discoteca del Watergate. Chi ama la musica live può optare per la zona dell’Oberbaumbrücke, il ponte con due torri di mattoncini rossi dove gli artisti di strada si mettono a suonare la sera.