Le urne cinerarie: una questione di design

Le urne cinerarie per le ceneri umane, ma anche animali, sono di tantissime tipologie, motivo per cui sceglierne una che bel rappresenti un caro parente o un amico a quattro zampe, è davvero complicato. La cremazione al momento rappresenta l’ultima tendenza, perché è un processo snello in cui le ceneri del caro defunto vengono consegnate ai familiari, che possono decidere se conservarla all’interno della casa o tenerla al cimitero all’interno di una cappella. Nonostante non sia un argomento eternamente felice, non c’è nulla di sbagliato nel dare uno sguardo alle urne che al momento il mercato offre. Effettuare la scelta dell’urna è davvero complesso, specie se non sei al corrente che esistono alcune caratteristiche di cui non si può non tenere considerazione: il design, le dimensioni e i materiali offrono la possibilità di realizzare un’urna cineraria personalizzata, sulla base del gusto del defunto o dei parenti più vicini. La tipologia più in voga è l’urna in legno, per cui si possono realizzare diverse colorazioni, dalle più classiche alle più moderne con dei dettagli particolari intarsiati o con delle decorazioni in madreperla. Un’urna super elegante.

I materiali possibili delle urne

I materiali per realizzare un’urna cineraria sono veramente tanti: il legno però rappresenta senza dubbio il materiale più impiegato, specialmente se è un’urna che deve essere collocata sotto terra. In questo caso un materiale biodegradabile è l’ideale per essere posto sotto al suolo: il legno misto alla cellulosa ha un buon indice di biodegradabilità. Previsto però come materiale per le urne funebri è anche la ceramica, che possiede colori chiari dipinti e lavorati nei minimi particolari, con la possibilità anche di personalizzare con nomi, cognomi, date ma anche grafiche o dediche speciali. Infine sta vivendo un’alta commerciabilità l’urna realizzata in plexiglass, incredibilmente moderna e progettata come se fosse un soprammobile. 

Il design è tutto

Quando si parla di urne cinerarie, non si può non guardare alla forma e al colore. Nella maggior parte dei casi tutte le urne possiedono una forma comune, quella di un vasetto provvisto di una base d’appoggio più piccola rispetto all’apertura. Nonostante ciò, non è l’unico modello disponibile che esista. Possono infatti assumere qualsiasi forma, continuando a rispettare le norme di legge: la forma può essere quadrata, rettangolare, sferica e può riprendere anche la forma delle antiche urne cinerarie del mondo etrusco, romano o greco. Insomma le decorazioni e i motivi possono essere i più variegati e può spesso rispecchiare la professione del defunto venuto a mancare. La scelta dell’urna rappresenta l’ultima fase di un funerale completo a Roma, come quello che spesso organizza il team di Cattolica San Lorenzo. Scegliere un gruppo di onoranze funebri molto spesso aiuta nell’evitare errori di gestione del funerale che, spesso, insorgono per una mancata lucidità emozionale.