Pasqua 2018 a Matera nella Città dei Sassi

Pasqua 2018 a Matera è uno degli appuntamenti più gettonati dai vacanzieri. Sulla Città dei Sassi sono accesi tutti i riflettori. Il 2019, infatti, sarà l’anno di Matera come Capitale Europea per la cultura.

Pasqua 2018 a Matera: luogo magico e unico al mondo

Nella città della Basilicata si fondono buona cucina, tradizioni ed arte, storia e religione. Anche attraverso otto itinerari de I Cammini, realizzato dall’arcidiocesi di Matera-Irsina nell’ambito di Matera2019. I turisti, grazie agli itinerari, scoprono i luoghi e la spiritualità. I Cammini sono divisi per santuari, cattedrali, Avvento e Natale, Quaresima e del Tempo di Pasqua. Tra gli itinerari di Matera anche quelli delle generazioni, delle Sacre notti, degli organi a canne e delle letture.

I percorsi traggono ispirazione dalle 5 vie per un nuovo umanesimo proposto da Papa Francesco nell’Evangelii gaudium. Nel 2020 gli itinerari dovrebbero aumentare e arricchirsi con nuove idee e alternative.

I vacanzieri potranno usare anche un’app per scoprire meglio I Cammini e scegliere l’itinerario più adatto alle proprie esigenze. Gli utenti verranno guidati virtualmente mediante i vari cammini. Potranno così scoprire tutti gli 80 eventi in programma in 15 Comuni delle 6 diocesi della Basilicata.

Pasqua 2018 a Matera riti

Mater Sacra

Si ambienta a Matera la rievocazione della passione di Cristo. La Murgia e la Gravina sono il teatro filmico e religioso della riproposizione della crocifissione di Gesù e dei due ladroni. Una narrazione che culmina nella resurrezione del Signore. Va in scena lo spettacolo della morte, della deposizione sino all’annunciazione di una nuova vita.

Rimanendo in Basilicata, a Barile, uno dei principali figuranti nella Via Crucis del Venerdì Santo è la Zingara, una bella ragazza del paese che veste un abito tradizionale albanese ed è ricoperta da gioielli prestati dalle famiglie più abbienti.

Il personaggio della Zingara è presente anche nella Via Crucis vivente che si svolge a Maschito; ma anche a Rapolla, Rionero e Ripacandida, pur non avendo la stessa origine. La Zingara è in effetti uno dei personaggi centrale delle Sacre Rappresentazioni lucane.