Entra nel vivo il progetto di valorizzazione e promozione turistica del Nord Astigiano “OroMonferrato”

Sabato 16 luglio entra nel vivo il progetto di valorizzazione e promozione turistica del Nord Astigiano “OroMonferrato”, promosso dalla Regione Piemonte e realizzato in collaborazione con VisitPiemonte, Ente Turismo Langhe Monferrato Roero e Fondazione Piemonte dal Vivo. Il progetto, presentato la scorsa settimana a Torino nella Sala Trasparenza della Regione Piemonte, nasce per dare evidenza turistica a un’area ricca di importanti tracce storiche, culturali, paesaggistiche e di prodotti di eccellenza gastronomica. I Comuni aderenti al progetto passano da 47 a 49 con l’ingresso di Maretto e Roatto.
Dopo i press tour organizzati a fine giugno dall’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, i diversi incontri formativi sul territorio nelle settimane precedenti e le telecamere di Linea Verde-Sentieri della RAI che hanno realizzato per VisitPiemonte un servizio il 1° e 2 luglio scorsi, sono in arrivo altri appuntamenti dedicati a giornalisti e influencer, appassionati e visitatori alla scoperta del territorio. In programma tre eventi a luglio, per tre sabati consecutivi, ognuno dedicato alla cultura, al gusto e all’arte con il coinvolgimento di testimonial di prestigio nazionale e internazionale del mondo dell’alta cucina, della cultura e dello spettacolo e altri due eventi a settembre.

Il via sabato 16 luglio a Castagnole Monferrato, alle ore 18 alla tenuta la Mercantile, con il talk show “Queer food, l’identità come occasione” con Dario Silvestri, imprenditore e performance coach; Etinosa Oliha, pugile campione italiano Pesi Medi; e la chef Cristina Bowerman, stella Michelin al Glass Hostaria di Roma e lo chef Davide Palluda, stella Michelin del ristorante All’Enoteca di Canale. Modera il giornalista Luca Ferrua direttore de ilgusto.it.

Sabato 23 luglio alle ore 18,30 al Castello di Frinco (Via Levante 13) il secondo appuntamento dedicato a “Il vero lusso passa dal tempo e dalla cultura di un territorio”, con Eleonora Cozzella, giornalista gastronomica e ispettrice per la Guida Ristoranti de L’Espresso e Cristiano Tomei, chef e personaggio televisivo. Modera il giornalista Luca Ferrua direttore de ilgusto.it.

Sabato 30 luglio alle ore 18,30 a Cocconato (Cortile di Via Roma 10), le storie dei luoghi del gusto e dei prodotti di OroMonferrato con Marco Cattaneo, direttore del National Geographic. Alle ore 19,30 dalla “Hall of Fame” dei World’s 50 Best Restaurants Massimo Bottura, chef dell’Osteria Francescana di Modena, dialoga con il direttore di Repubblica Maurizio Molinari. Modera Luca Ferrua, direttore de IlGusto.it.

Il 28 e 29 settembre, con “Woman in food”, la Locanda del Sant’Uffizio a Cioccaro di Penango ospiterà una due giorni dedicata alle donne del cibo: a cura di Cook, due giorni di incontri con ospiti internazionali, talk show e lectio magistralis.
Nei fine settimana della manifestazione saranno presenti giornalisti e influencer alla scoperta del territorio.

I luoghi degli eventi di luglio 2022

Castagnole Monferrato svela tutto il suo fascino tra le sue dolci colline vitate e il ricco patrimonio storico e culturale. Noto per essere centro di produzione dell’antico e nobile vino Ruché Docg, il borgo conserva il suo agglomerato di case che fanno da cerniera tra il Borgo dell’Annunziata e il Ricetto fortificato, di cui rimangono le imponenti mura, una torretta, parte del baluardo e delle arcate trecentesche. Abitato fin dall’epoca romana e attraversato dall’importante Via Fulvia, Castagnole Monferrato fu conteso tra il Marchesato del Monferrato e il Comune di Asti, per poi passare nel 1708 ai Savoia. Un passato di lustro che riemerge nelle sue abitazioni antiche contornate da un paesaggio unico da ammirare.

Frinco sorge sotto lo sguardo di un imponente Castello che dal XIII secolo offre al borgo la sua protezione. Una singolare struttura composta da diversi corpi e altezze che si uniscono in modo equilibrato e armonioso. Nel Medioevo fu feudo imperiale: qui si fronteggiavano Guelfi e Ghibellini, attratti dalla felice posizione del maniero. Qui avvenivano efferate lotte per la successione del Marchesato del Monferrato e nel XVII secolo, le truppe francesi lo assediavano ripetutamente. Queste e molte altre vicende sono racchiuse in questo maniero che, come uno scrigno, custodisce la memoria di queste terre.

Cocconato è uno dei Borghi più belli d’Italia, dove il sovrapporsi della storia incontra vedute ampie e suggestivi scorci da percorrere con lo sguardo lungo una incantevole strada panoramica. Le strette vie che si inerpicano verso la Chiesa di Santa Maria della Consolazione, e quelle che anticipano la chiesa della Santissima Trinità, edificata nel 1617. E poi i portici del palazzo comunale, raro esempio piemontese di edificio civile in stile gotico accanto alla fiabesca torre, simbolo del paese e non lontano palazzo Martelletti, residenza nobiliare settecentesca per anni custode di un dolce segreto: l’antica ricetta di un vino vermouth, tutt’oggi prodotto fra queste colline.