Indagine per conoscere le esigenze degli over 65 fiorentini su abitazione e assistenza

Un’indagine per scoprire le abitudini di vita e le necessità degli anziani in tema di assistenza e abitazione. E’ la ricerca “I nuovi bisogni degli over 65”, promossa dal Consorzio Co&So e realizzata dall’Istituto di ricerca Simurg di Livorno. Lo scopo è quello di indagare le esigenze delle persone tra i 65 e gli 85 anni residenti nell’area fiorentina per progettare nuovi percorsi di sostegno e soluzioni abitative calibrati sui loro bisogni. Verranno distribuiti agli anziani questionari da compilare, che analizzano con chi vivono, dove, le attività svolte, a chi si rivolgono in caso di necessità, il grado di autonomia, le abitudini del tempo libero, il livello di conoscenze tecnologiche, le relazioni sociali e familiari, le condizioni di salute , l’opinione e la propensione verso il “co-housing”. Il questionario verrà diffuso via web, al telefono o in forma cartacea nei Centri per l’età libera di Firenze e in varie realtà della rete Co&So.

“Questa ricerca ci permette di conoscere le esigenze degli anziani e quindi di progettare interventi e percorsi che diano risposte ai loro bisogni” commenta Claudia Fiaschi presidente di Co&So. “Co&So promuove percorsi assistenziali innovativi basati su forme di residenzialità prevalentemente sociali, integrate nelle comunità locali, che mantengono le condizioni di benessere psico-fisiche delle persone, in questo caso di anziani ancora autonomi”.

L’indagine è realizzata nell’ambito del progetto Vivismart, insieme di iniziative rivolte agli over 65, tra cui la realizzazione di una struttura di senior housing in via Baracca a Firenze, in un edificio che verrà completamente riqualificato: il progetto prevede un “condominio” in cui ogni anziano ha un proprio appartamento confortevole, senza barriere architettoniche e tecnologicamente evoluto, con spazi comuni e alcuni servizi di base (portiere, aiuto per la gestione e il disbrigo di pratiche e incombenze quotidiane, iniziative di aggregazione). 

“Il progetto vuole avvicinare persone della stessa età, con bisogni e interessi simili, anche per prevenire le situazioni di fragilità, aiutando la persona anziana a vivere una vita socialmente attiva e sostenere uno stile di vita indipendente, ma potendo contare su una rete di servizi e di assistenza” spiega Lorenzo Terzani, direttore Area Innovazione del Consorzio Co&So. “E’ un nuovo modo di abitare: l’ospite anziano fissa la propria residenza nell’appartamento, mantenendo il diritto alle cure medico-sanitarie garantite dal Servizio Sanitario Nazionale, ma potendo attivare una serie di servizi personalizzati in risposta ai bisogni emersi da una valutazione multidimensionale precedente all’ingresso nell’appartamento effettuata da personale specializzato”.

Come afferma Moreno Toigo, dell’Istituto di Ricerche Simurg, “l’utilizzo, per la distribuzione e la raccolta dei questionari, di questa metodologia basata sulle reti sociali, consente non solo di raccogliere in breve tempo una grande quantità di informazioni, garantendo al tempo stesso la significatività statistica dei risultati, ma contribuisce anche a diffondere informazioni e a sensibilizzare i cittadini su un tema, quello dei bisogni e dei servizi per gli over 65, sul quale c’è una crescente attenzione, legata al processo di invecchiamento della popolazione”.

A questo link il questionario  https://bit.ly/vivismart_questionario