A caccia di leoni a Lione: la storia e il presente della relazione tra il leone e la città francese

Il leone è il simbolo di molte città famose, basta pensare al celebre leone di San Marco che rappresenta la città di Venezia. L’abitudine di scegliere il leone come simbolo non è solo italiana, sono infatti molte le città europee che hanno questo animale come protagonista del loro stemma ufficiale. Tra queste spicca la francese Lione, la cui storia è legata a questo animale da diversi millenni e le cui vie pullulano di leoni più o meno nascosti.

Perché il leone?

Molti penseranno a prima vista che ci sia qualche relazione diretta tra il nome della città, che in francese è Lyon e il leone, lion. Sebbene il motto stesso della città in antico franco-provenzale si riferisca alla città come a Lion, in realtà si tratta di un semplice caso di omonimia. Il nome di Lione deriva infatti dall’antico nome romano dell’insediamento, Lugdunum, che ha origini nella lingua celtica parlata dai galli che abitavano la zona. Pare infatti che Lugdunum derivasse da Lugudunon, cioè “fortezza di Lugus”, uno dei principali dei del pantheon celtico, mentre secondo altri il nome significava “monte luminoso”. È chiaro quindi che l’origine del toponimo di Lione non abbia niente a che fare con i leoni, ma secondo alcuni il legame con questo animale fu proprio causato dall’assonanza tra i loro nomi.

Secondo altri, invece, la prima apparizione del leone in relazione alla città va fatta risalire già al periodo dell’occupazione romana grazie a Marco Antonio. L’area di Lione fu riconquistata dal generale romano, che elargì alla città anche ricche donazioni, il cui simbolo era appunto il leone. Questa ipotesi è appoggiata dal ritrovamento di alcune monete raffiguranti Marco Antonio, un leone e l’iscrizione LUGUDUNI A XL emesse proprio dalla zecca di Lione. Nel Medioevo il leone, raffigurato in argento su fondo rosso, entrò ufficialmente a far parte dello stemma delle casate che controllavano la città a partire dai conti di Lione nel X secolo. Ancora oggi il leone è il simbolo della città e appare sugli stemmi ufficiali e sotto forma di statue, ma non solo, all’interno di Lione.

A caccia di leoni a Lione

Lione è fiera del suo simbolo e del legame che può vantare con il re della savana e per questa ragione è possibile trovare moltissimi riferimenti al leone andando a spasso per le vie della città. Il leone abita Lione principalmente sotto forma di statua e bisogna aguzzare bene gli occhi per trovare anche quelli più nascosti. Uno dei più famosi è il leone di Place Carnot, situata nel secondo arondissement di Lione, che sorge nel complesso della Statua della Repubblica e che rappresenta una donna, l’allegoria della Repubblica, che in una mano regge un rametto d’ulivo e con l’altra accarezza un leone. Votata anche dai viaggiatori su Tripadvisor è molto celebre la statua equestre di Luigi XIV di PlaceBellecour che rappresenta il Re Sole a cavallo vestito da antico romano. Ai piedi del monarca sorgono le allegorie del Rodano e del Saona, rappresentati da un uomo e da una donna affiancati da dei leoni.
I leoni di Lione sorgono però anche al chiuso: è infatti possibili incontrarli all’ingresso del casinò Pharaon Partouche che abbandona per un momento il tema legato all’Antico Egitto per affiancare alle sfingi decorative anche dei leoni.

Quella dei leoni è una scelta che unisce l’emblema di questa città, ma anche di molte altre, con il simbolo della forza e della vittoria per eccellenza. Non a caso, questo animale è spesso utilizzato come simbolo principale da moltissimi siti di gioco e casinò online al fianco di altri temi molto amati nel settore come quello delle stelle e dei simboli portafortuna. Queste piattaforme di gioco invogliano dunque i giocatori a tentare la fortuna e a trarre il massimo dai molti bonus offerti da questi servizi, come quelli elencati e descritti dalla pagina dedicata della piattaforma Casinos, in cui sono inoltre disponibili ulteriori informazioni sui diversi portali. Ricordiamo inoltre che il legame tra il leone e la forza non è passato inosservato anche nel mondo dello sport: Lione, in particolare, lo hai chiaramente adottato come mascotte. Fondata nel 1997, ma erede di una tradizione sportiva lunga più di un secolo, la principale squadra di hockey su ghiaccio della città si chiama proprio LHC Les Lions e ha come simbolo proprio una testa di leone ruggente, andando così a richiamare sia il simbolo della città che tutti i significati legati al leone nell’immaginario collettivo.