Posti vuoti in aereo: per Ryanair è una follia

Che mondo sarà? Stravolto dal covid-19? Con le mascherine, senza contatti sociali. Un mondo disumano? Chissà! Certamente con gli scenari che si prospettano sarà un mondo con molti più poveri. Ne è convinto il proprietario di Ryanair. Michael O’Leary ritiene senza mezzi termini che le regole che si vanno delineando per il settore dei trasporti nella fase 2 dell’emergenza coronavirus siano una “follia”.

“L’obbligo di tenere vuota la fila centrale degli aerei è un’idea idiota, così non riprenderemo a volare affatto”. Il vettore low-cost ha fatto sapere agli scali italiani che, nel riprendere il servizio, “darà priorità” a chi assicurerà vantaggi sulle tasse aeroportuali.

Il founder della popolare compagnia ha concesso un’intervista al Financial Times sottolineando che “non possiamo guadagnare con una riduzione del 66% di carico” per garantire la distanza di sicurezza tra i passeggeri. Piuttosto ha spiegato di puntare a tornare a livelli di traffico più normali nell’estate del 2021, “trainati dal crollo delle compagnie aeree rivali”. Con il governo irlandese, ha aggiunto, “ho chiarito che, se intenderà adottare la regola della fila centrale vuota, o pagherà per il posto libero oppure non si volerà”.