Due donne morte annegate nella laguna di Venezia: erano su un battello

Tragedia in Veneto dove due donne sono morte annegate nel corso della notte nella laguna di Venezia. Le due si trovavano a bordo di una motonave che le stava portando al Lido. Al momento dell’attracco del traghetto il personale di bordo si è accorto che due persone mancavano all’appello.

Immediatamente sono iniziate le ricerche e dopo due ore, alle 2,30 del mattino, i due cadaveri sono stati recuperati dai pompieri. Non ci sarebbero testimoni dell’accaduto. I corpi sono stati trovati all’altezza del Mose.

Le due donne erano salite a bordo del battello Actv a Punta Sabbioni poco dopo la mezzanotte, ed erano state notate dal comandante dell’imbarcazione in quanto erano le uniche due passeggere. Alla prima fermata del Lido il comandante si è accorto che non erano più a bordo. Facendo una prima verifica ha trovato le scarpe delle due donne.

Ha subito dato l’allarme, mettendo in moto la macchina dei soccorsi ed è tornato indietro. Dopo circa due ore una delle quattro imbarcazioni dei pompieri intervenuti anche con i sommozzatori, individuavano le due donne in acqua riverse a testa in giù all’altezza del Mose. I corpi delle due donne prive di vita sono stati recuperati e caricati a bordo di una imbarcazione dei pompieri e portate in Marittima. Sul posto anche i Carabinieri e la Capitaneria di Porto.