Traslochi internazionali: cosa prevede un servizio dalla A alla Z

Spesso si viaggia per lavoro o per vacanza. Sempre più persone poi finiscono per trasferirsi nel Paese visitato. A volte perché si è colpiti dalla Nazione visitata, altre perché si trova una nuova occupazione più stimolante e più remunerativa. Se bisogna traslocare in Europa e nel Mondo cosa c’è da sapere? Quando serve rivolgersi ad un servizio di traslochi internazionali quali sono le informazioni da ottenere? Lo abbiamo chiesto allo staff di Specialistitraslochi.it autore di un’interessante guida sul tema.

Traslochi internazionali: come organizzarsi

I traslochi internazionali o trasporti internazionali sono differenti da quelli nazionali. In effetti sono più complessi e quindi è bene affidarsi solo specialisti del trasloco. Ciò perché il trasloco internazionale necessita di un livello di organizzazione e cura del servizio maggiore.

Un elemento importante è legato alle autorizzazioni per importare merci nel Paese di destinazione e per l’eventuale ottenimento dei visti. Nell’ambito della Comunità Europea chiaramente è molto più semplice, per via della libera circolazione di persone e cose. Tuttavia potrebbe essere necessario attraversare un Paese non membro (come la Svizzera) o Nazioni che hanno restrizioni.

Scegliendo l’azienda di traslochi internazionali giusta si ottengono i consigli e le raccomandazioni inerenti pratiche documentali da redigere e visti da ottenere. Spesso si è dell’idea che il preventivo minore sia anche quello migliore. Non è sempre così. Bisogna sempre guardare il miglior servizio qualità-prezzo. E anche a chi fornisce un servizio di trasloco internazionale dalla A alla Z.

Il preventivo per i traslochi internazionali

Si può chiedere un preventivo di spesa per trasporto merci fino al terminal di destinazione. Se via mare questo è il porto di destinazione, se via aereo è l’aeroporto di arrivo. O anche un preventivo per servizio door to door.

Nella prima ipotesi l’azienda incaricata del trasloco trasporterà la merce fino alla destinazione. Poi sarà a cura del cliente effettuare le operazioni al destino. Nel secondo caso l’azienda di trasloco si occupa del servizio di trasloco internazionale dalla A alla Z. Indubbiamente la seconda è la soluzione più vantaggiosa. Si ha così un unico interlocutore. Questo peraltro conosce la lingua del proprio Paese di partenza. E si limitano al massimo anche problemi di sinistri e rottura beni.

Specialistitraslochi.it invita a leggere attentamente i preventivi. In caso di spesa base c’è lo svantaggio di incorrere in extra-costi dovuti a sviste o mancate comunicazioni del cliente in fase di comunicazione della merce da trasferire. Invece, mediante un sopralluogo, e con un preventivo analitico si stima in modo esatto il tipo di spedizione da fare, le esigenze del cliente e il prezzo che bisognerà pagare.

Traslochi internazionali: la professionalità

E’ sempre consigliato affidarsi a specialisti traslochi che mettano a disposizione una squadra di professionisti incaricata dello smontaggio merce; dell’imballaggio; dell’inventario della merce: per capire i pezzi traslocati. Ma anche del coordinamento e carico della merce su camion, nel caso di un trasloco terrestre o container (se via aerea o via mare).

In alcuni casi è possibile depositare la merce in magazzino prima della partenza. In caso di necessità va fatto lo sdoganamento della merce. Questa è l’operazione attraverso la quale viene fatta “entrare merce”, previo controllo, nel Paese d’arrivo. Se ci si trasferisce nell’ambito dell’Unione Europa non è richiesto lo sdoganamento. Se si va verso un paese extra-Eu è previsto lo sdoganamento.

Le operazioni che si svolgono “a destino” sono consegna della merce nella nuova casa; disimballo della merce; rimontaggio della merce e posizionamento. Una volta concluso il trasloco viene eseguito un riscontro ex-post da parte del cliente per determinare che tutti i beni siano intatti.