Incanto di Natale al Castello dei Sogni a Issogne

Tra montagne innevate e paesaggi aulici, è un Incanto di Natale in Valle d’Aosta. Per il Natale valdostano, tra le iniziative di valorizzazione dei castelli, quella emotivamente più coinvolgente è dedicata alla scoperta del castello di Issogne. Qui dal mese di settembre è aperto un nuovo percorso di visita multimediale. Il percorso è dedicato alla figura di Vittorio Avondo, ultimo illuminato proprietario dell’edificio, tra 1872 e 1907.

Incanto di Natale: il Castello dei Sogni

La straordinaria avventura di Vittorio Avondo a Issogne è il titolo del nuovo percorso. Esso è aperto in un’ala in gran parte inedita del castello. Questa porta a scoprire le vicende ottocentesche di questo straordinario monumento, riportato allo splendore tardomedievale da Vittorio Avondo.

L’avventura di Avondo è condivisa con una “lieta brigata” di amici pittori e letterati di fama nazionale e internazionale. E’ consistita nel rievocare e rivivere la vita quotidiana del Medioevo. Il risultato è una fusione inscindibile tra passato e presente, arte e vita, sogno e realtà. Non per niente, giocando sull’assonanza del toponimo, il castello d’Issogne in quegli anni veniva chiamato il Castello dei Sogni.

Incanto di Natale: la sfida comunicativa

A distanza di oltre cento anni, la sfida comunicativa è quella di riuscire a coinvolgere i visitatori in un gioco evocativo in cui dominano l’atmosfera natalizia e le ombre della sera, le luci dell’allestimento e gli ambienti ancora intatti, il calore delle voci narranti e quello di un piacevole tè fumante. Dietro ogni porta una storia, un racconto; nel cuore del percorso, il Ritorno di Terra Santa, sorprendente e monumentale dipinto di Federico Pastoris, ambientato nel cortile del castello.

Le proposte per i visitatori

Per esaltare quest’atmosfera d’incanto, e per guidare i visitatori indietro nel tempo, due sono le proposte:

il 7, 27 e 28 dicembre 2018 e il 2, 3, 4 gennaio 2019, alle 17.00, Tè al Castello: ingresso, oltre l’orario di chiusura, in una suggestiva atmosfera serale, per una visita-racconto, su richiesta anche in francese e in inglese, specialmente ideata dalla guida turistica Elisabetta Converso.

Su prenotazione, da lunedì 3 dicembre (tel. +39 349 8396439 – tutti i giorni, 10-17, escluso 25 dicembre e 1° gennaio). Tariffe: adulti, 8 €; bambini, 2 €.

Dall’8 dicembre fino all’Epifania, tutti i pomeriggi del sabato e della domenica, alle 14.30 e alle 15.30, Eufrosina racconta: Paola Corti e Paola Voulaz danno voce, in un evento performativo teatrale capace di coinvolgere adulti e bambini, alla moglie del primo custode del castello, che ben conosceva Avondo nella sua umanità e nella sua straordinaria passione per il Medioevo. È consigliata la prenotazione (tel. 0125- 929373 – tutti i giorni, 10-12/ 14-17, escluso il lunedì). Tariffe: adulti, 8 €; bambini, 2 €.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *