L’escursionista Nathan Labolani ucciso da un cacciatore ad Apricale

Una morte assurda. Un escursionista di Ventimiglia è stato ucciso per errore da un cacciatore. Nathan Labolani, 19 anni, è morto per una fucilata all’addome esplosa durante una battuta al cinghiale.

La tragedia è avvenuta nel territorio di Apricale (Imperia). Il cacciatore avrebbe scambiato Nathan Labolani per una preda e avrebbe quindi esploso un colpo dalla propria carabina ferendolo al braccio e all’addome. Sono stati vani i soccorsi dei sanitari del 118. Sul posto anche i Carabinieri e i Vigili del Fuoco.

Un elisoccorso da Cuneo ha trasferito l’equipe medica direttamente sul posto. A nulla sono serviti i soccorsi. Nathan Labolani, 19 anni, non faceva parte della battuta di caccia al cinghiale ma era un semplice escursionista.