Vacanze 2018 a Creta isola del mito

Creta è l’isola del mito e vanta le spiagge più belle del Mediterraneo. Rappresenta la destinazione ideale per una vacanza da sogno. Propone molte più attrazioni turistiche di altre famose isole greche.

La lista di cosa vedere a Creta

Hania è la seconda città più grande di Creta dopo la capitale Iraklion. Il lungomare, con i palazzi che si affacciano sull’acqua, richiamano Venezia. Affollata di turisti in estate e studenti dell’università nei restanti mesi dell’anno, Chania è una città sempre vivace. Anche Rethimno racchiude cultura veneziana e turca. Il suo centro storico è un gioiellino da esplorare, compresa la sua vivace zona commerciale.

Agios Nikolaos è la località turistica più gettonata di Creta con ristoranti chic e caffetterie alla moda. Inoltre ci sono le taverne tradizionali e negozi di artigianato e souvenir. Agios Nikolaos diventa magica la sera. Infatti le luci delle casette e degli edifici storici si riflettono sulla superficie blu del mare. Suggestiva è anche la vicina laguna del lago Voulismeni, dalla forma a bottiglia.

Le spiagge di Creta

Sono ritenute tra le più belle di tutto il Mediterraneo. Elafonissi è una spiaggia di sabbia bianca con sfumature rosa, bagnata da acque calme e trasparenti. Si trova in un’area naturale protetta, istituita per proteggere animali rari che nuotano in questo tratto di mare. Tra questi ci sono la tartaruga caretta caretta o la foca monaca.

Il Palazzo di Cnosso è quello del celebre labirinto del Minotauro, personaggio mitologico metà uomo e metà toro che fu ucciso da Teseo con l’aiuto di Arianna. Cnosso era la capitale dell’antica civiltà cretese. Un altro mito legato al Palazzo di Cnosso è quello di Dedalo e Icaro. Il primo è l’architetto che progettò il palazzo e che al termine dei lavori fu rinchiuso al suo interno insieme al figlio. Icaro tentò di scappare volando con ali di cera, ma si avvicinò troppo al sole. Quindi le ali si sciolsero ed egli cadde in mare.

Il Palazzo di Festo sorge su un altopiano che domina la pianura di Messara e comprende i resti di tre distinti palazzi. Il pezzo forte del palazzo è il misterioso Disco di Phaestus, inciso con un simboli simili ai geroglifici egiziani il cui codice però non è ancora stato decifrato.

La capitale Heraklion vanta uo straordinario Museo Archeologico, riaperto nel 2014 dopo una lunga e ben curata ristrutturazione. Il museo espone su due piani un’impressionante collezione che racconta 5500 anni di storia. Qui si ammirano reperti provenienti dai siti di Cnosso, Agia Triada, Tylissos e Amnissos. E’ possibile infatti conoscere e comprendere la storia di Creta.

Laguna di Balos

È una laguna che si forma tra la splendida spiaggia di Balos e il promontorio di Capo Tigani, un isolotto di fronte alla spiaggia. Esso nelle ore di bassa marea si può raggiungere a piedi camminando lungo una striscia di sabbia.

Quando il caldo si fa insopportabile l’ideale è la spiaggia di Vai, circondata da una foresta di palme da dattero Phoneix Theoprastii. Questa specie protetta cresce solo sull’isola di Creta e in alcune zone della Turchia. Il palmeto di Vai è uno dei più grandi in Europa. Vai significa proprio palma.