Cosa vedere a Lubiana una città ricca di tesori

Impossibile non visitare Lubiana. È una città piccola, ricca di storia e anche romantica, piena di sorprese. Nel centro storico sono custoditi i principali e più interessanti monumenti da vedere, i musei e le gallerie, ma anche il mercato cittadino.

La biblioteca di Lubiana

L’opera più importante del grande maestro lubianese Joze Plečnik è la Biblioteca Nazionale ed Universitaria (NUK) di Lubiana. Progettata nel 1932 ed inaugurata nel 1941, si presenta come un edificio imponente, di forma rettangolare ma irregolare, di quattro piani. La sua facciata è decorata da mattoni rossi e blocchi di pietra collocati alternativamente. Questi due elementi hanno la particolarità di essere stati posizionati in maniera irregolare, in base alla decisione dei muratori mentre effettuavano i lavori di costruzione.

Il castello di Lubiana

Più antico di tutta la città sorge su una collina chiamata Grajska Planota. In epoca medievale, il castello in legno era abitato dal principe carinziano Spanheim, che da qui governava anche tutta la provincia. Entrato a far parte delle proprietà degli Asburgo, subì un processo di fortificazione e di cambiamento nel corso dei secoli Abbandonato nel 1849, nel 1868 fu nuovamente usato come penitenziario, fino alla fine della seconda guerra mondiale. Ad oggi risulta di proprietà del comune ed ospita, dopo aver subito parecchi lavori di ristrutturazione, eventi culturali, concerti, mostre e spettacoli.

La cattedrale

Uno degli esempi più rappresentativi dell’arte barocca in Slovenia è la Cattedrale di San Nicola, dedicata al patrono dei pescatori. Le rovine di una basilica romanica, risalente al XIII secolo, sono state successivamente modificate per dare vita all’attuale edificio, la cui costruzione è terminata agli inizi XVIII secolo. È stata progettata dall’architetto gesuita Andrea Pozzo e, al suo interno, è decorata con marmo rosa e stucchi bianchi e dorati. Sono presenti anche numerosi affreschi di Giulio Quaglio che raffigurano scene della vita di San Nicola.

Il mercato centrale

Questo luogo è non solo il principale punto commerciale di Lubiana, ma è anche un’area di ritrovo molto frequentata e vivace. È stato progettato, tra il 1940 e il 1944, dal famoso architetto Jože Plecnik. È un luogo molto caratteristico che comprende il mercato all’aperto di Vodnikov trg e quello coperto di Pogačarjev trg. Ciò che contraddistingue il Mercato centrale sono, però, le tantissime bancarelle che lo popolano, dove è possibile trovare qualsiasi cosa, dai generi alimentari ai fiori, dall’oggettistica appartenente all’artigianato locale alle specialità tipicamente slovene come, ad esempio, il prosciutto del Carso e la torta “potica”.

Il ponte dei draghi di Lubiana

E’ di uno dei primi ponti costruiti in cemento armato del continente europeo. Prende il nome dalle statue di quattro draghi alati dall’aspetto feroce, che paiono sorvegliare tutto quanto il ponte. Fu costruito nel 1900 in onore dei 40 anni di regno dell’imperatore Francesco Giuseppe I, e prese dunque inizialmente il nome di Ponte del Giubileo. Fu solo nel 1919 che venne rinominato Zmajiski Most a causa dei draghi che compaiono anche sullo stemma di Lubiana. La leggenda narra, infatti, che la città venne fondata dall’eroe greco Giasone, che uccise il drago che viveva nella palude nei pressi della sorgente del fiume Ljubljanica.

La piazza civica

La piazza principale di Lubiana si chiama Mestni Trg ed è circondata da magnifici edifici cinquecenteschi in stile barocco. Tra questi, è bene nominare la casa Haman, che ospita la Mestna galerija (Galleria civica) e il palazzo Lichtenberg con la sua facciata decorata. Il Municipio, il Mestna hiša, domina la piazza con la sua torre dell’orologio ed è oggi sede del Comune della città di Lubiana. Proprio di fronte al Municipio è presente l’obelisco della fontana dei Fiumi carniolani, una costruzione settecentesca che rappresenta uno dei monumenti più famosi della Lubiana d’epoca barocca, ispirata alla Fontana dei Quattro Fiumi del bernini, situata presso Piazza Navona a Roma.