Alla scoperta dei castelli di Dresda: Zwinger

Dresda è una città fiabesca amata dai vacanzieri di tutto il Mondo. Una delle sua attrazione è lo Zwinger. Nella capitale della Sassonia si trova infatti lo spazio aperto più sfarzoso del mondo per le feste dell’alta nobiltà europea.

Zwinger: cosa vedere

Attualmente nella struttura si trovano le Collezioni di Stato di Dresda. Una delle più belle è la Collezione delle Porcellane, ma anche la Pinacoteca degli Antichi Maestri. Zwinger è un luogo incantato soprattutto  d’estate. Vicino allo Zwinger sorge il Castello Residenziale sassone, uno dei più grandi complessi museale di Dresda. Da ammirare la Volta Verde, una delle più ricche stanze dei tesori d’Europa. Da vedere anche la grande piazza dei tornei per contese cavalleresche e giostre di rappresentanza. La scuderia dei principi elettori è in assoluto la prima attrazione turistica di Dresda. Già nel sedicesimo secolo attirava visitatori da tutta la Germania.

Sul lato dell’edificio verso la strada si trova il Corteo dei Principi. Con i suoi 102 metri il “più lungo dipinto esterno del mondo” è realizzato in Porcellana di Meissen. Il corteo dei 35 reggenti Wettin propone l’introduzione alla storia sassone dal medioevo al 19° secolo.

Dresden e i castelli

Sopra alla Fortezza di Dresden, si erge la Terrazza di Brühl. Il Conte Imperiale Heinrich von Brühl a metà del diciottesimo secolo fece trasformare la vecchia fortificazione in un rappresentativo parco. Prese vita così il balcone d’Europa con un panorama strordinario sull’Elba.

La fortezza di Dresden è stata testimone di retroscena bellicosi, del mondo cortigiano sassone, delle faide e degli intrighi  del sedicesimo secolo. Le sua casematte sono state riportate alla luce sotto alla Terrazza di Brühl. Grandi baluardi murati attorno alla porta dei mattoni vecchi di oltre 400 anni, circondano il turista in un luogo misterioso, dove a suo tempo fu inventata la porcellana europea.

Resa in un giardino, la fortezza di Dresden non riuscì ad impedire l’assedio dei Prussiani nella Guerra dei Sette Anni. Nel dispiegamento della magnificenza rappresentativa alcuni reggenti sassoni erano ben più abili che non nell’uso delle armi o nella scelta dei loro alleati. Questa immersione totale nel mondo dei castelli sassoni consente di fare un tuffo nel passato di Dresda. Questa sua storia antica e magnifica, si respira non solo nell’arte storica, ma ovunque nella metropoli. Il visitatore rimane affascinato da una città che coniuga antico e moderno, rimasta fedele alle sue radici e tradizioni, senza però rinunciare ad innovare e alla modernità. Dresda e la Sassonia tutta sono tra le mete preferite per le vacanze dei tedeschi e degli europei.