15 Aprile 2024
GreciaTravel

Grecia da vedere a Pasqua: proposte di viaggio

Vacanze di Pasqua 2018 in Grecia. E’ una delle proposte di viaggio più interessanti per chi vuole optare per una meta europea. Atene e le altre aree archeologiche sono tutte da vedere incluse le chiese ortodosse e i monasteri.

Pasqua in Grecia: luogo dalla storia millenaria

I più temerari, approfittando di una giornata di sole, possono anche azzardare il primo bagno al mare. Pasqua è il periodo ideale per una vacanza in Grecia. Si possono scoprire i suoi luoghi monumentali ma anche fare escursioni e trekking. Il tutto nell’ottica di scoprire un luogo dalla storia millenaria.

Pasqua ortodossa 2018

Le festività pasquali da trascorrere in terra ellenica sono l’occasione giusta per visitare città d’arte. E’ opportuno sapere che la Pasqua cattolica non coincide con quella ortodossa. La Pasqua ortodossa 2018 in Grecia si festeggia domenica 8 aprile. L’alta stagione per i greci quindi non inizierà a fine marzo ma la settimana seguente con un gran risparmio anche per i vacanzieri esteri.

Atene la capitale

L’Acropoli domina Atene. Sono diverse le cose da vedere e da farte iniziando dal visitare il Partenone insieme all’area archeologica con l’Agorà e il Tempio di Zeus Olimpo. C’è anche un’Atene moderna con i musei e i locali caratteristici.

Salonicco (Thessaloníki) è la seconda città greca dopo Atene. E’ la capitale economica del Paese, segnata da fermenti culturali. Da vedere a Salonicco ci sono la Torre Bianca e la Basilica di Santa Sofia Patrimonio dell’Umanità Unesco. Salonicco è anche capitale della movida.

Chi va in vaczana in Grecia non può fare a meno di recarsi a Delfi dove si trova l’oracolo di Apollo e anche il centro del Mondo. Delfi si colloca nella Focide, ai piedi del Monte Parnaso.

La Grecia: natura meravigliosa

Non solo arte. La Grecia è anche natura da scoprire mediante percorsi in mountain bike, trekking, pellegrinaggi. A Creta ad esempio ci sono le Gole di Samariá, nel parco nazionale nell’entroterra di Agia Roumeli. Qui si ammirano anche chiese ortodosse incastonate nelle rocce come gioielli. Le Gole di Samariá sono il canyon più lungo d’Europa, dopo le gole del Verdon in Francia.

E’ interessante una gita al fiume Acheronte, passato alla storia grazie alla mitologia greca. Attraverso Acheronte era Caronte a traghettare le anime dei morti nell’Ade, il regno dei morti. Il fiume propone un paesaggio di rocce bianche, strette gole e vegetazione rigogliosa. Le sorgenti si trovano vicino Gliki.