23 Febbraio 2024
CultureItalia

Ammirare tutta Milano dalle terrazze del Duomo

I vacanzieri si documentano tantissimo prima di scegliere il posto dove trascorrere le proprie vacanze. Una delle informazioni più ricercate è cosa vedere. In cima a questa voce per Milano c’è il Duomo raggiungibile con M1 (metro rossa) e M3 (metro gialla) fermata Duomo.

Duomo di Milano: le origini

Correva l’anno 1386 quando si ergeva il simbolo del capoluogo della Lombardia. Il Duomo è stato voluto da Gian Galeazzo Visconti per mostrare all’Europa la gloria delle sua signoria e la sua politica di espansione.

Il Duomo di Milano è l’edificio gotico più grande in Italia: lungo 157 mt con una superficie di 11.700 mq. La guglia principale tocca i 108.5 mt. Sulla sua cima è stata collocata nell’ottobre 1774 la Madonnina (altezza 4.16 metri), opera realizzata da Giuseppe Perego.

Per 5 secoli maestranze da tutta Europa hanno lavorato alla Fabbrica del Duomo. La porta centrale è scolpita nel 1906 da Ludovico Pogliaghi con rilievi gotico-floreali sulle “storie della vita di Maria”.

Dalle terrazze (accessibili con scale o scale) si ammira tutta la città di Milano.

Duomo di Milano: curiosità

Sopra il coro in una teca, indicata da una luce rossa, c’è un chiodo che proverrebbe della croce di Gesù.

Nel corso della Seconda Guerra mondiale, per evitare che i riflessi di luce fossero punto di riferimento per i bombardieri alleati, i milanesi coprirono la statua della Madonnina con gli stracci.

Il Duomo meneghino è la prima cattedrale su scala mondiale con le vetrate illuminate dall’interno in modo che in notturna, dall’esterno, si possono vedere le immagini sacre.