15 Giugno 2024
Sport

Inter contro l’Atletico Madrid per sfatare i pronostici e puntare ad andare fino in fondo

Per i bookie dei principali siti di scommesse come bet22 italia il trionfo Champions dell’Inter non è possibile. La squadra di Inzaghi dovrà quindi giocare anche contro i pronostici e ribaltarli. Ma nonostante non sia favorita la squadra nerazzurra ha come obiettivo i quarti e l’ingresso nel tabellone finale che la stagione scorsa sorrise proprio a Simone Inzaghi.

Sarà Inter-Atletico Madrid con la prima gara in casa e il ritorno in terra di Spagna. La sentenza dell’urna di Nyon non è stata affatto favorevole. Inutile affermare il contrario. I sorteggi per gli ottavi di finale della Champions League non hanno sorriso affatto alle italiane rimaste in corsa. Considerando che i nerazzurri non erano teste di serie, da sottolineare che sono stati evitati i tre colossi più temuti ovvero il Manchester City, vincente nell’ultima finale di Istanbul proprio contro l’Inter, il Real Madrid di Ancelotti e il Bayern di Harry Kane, toccato alla Lazio. Il confronto con l’Atletico appare il meno peggio e alla portata di Lautaro e compagni. Probabilmente prevede un leggero vantaggio per l’Inter, che punta a un clamoroso Triplete come quello centrato da Mourinho nel 2010.

L’allenatore madridista, il Cholo Simeone, è una vecchia conoscenza dell’Inter, avendo giocato con la maglia nerazzurra dal 1997 al 1999 prima di essere ceduto da Moratti alla Lazio nell’affare Vieri. Nel girone di qualificazione ha pareggiato all’Olimpico proprio contro i biancocelesti (1-1, clamoroso pareggio del portiere Provedel) e poi li ha battuti al ritorno al Metropolitano (2-0) in una partita senza storia. Ma l’Inter è di un altro livello rispetto alla Lazio di Sarri e la finale di Champions della stagione scorsa lo dimostra. Simone Inzaghi, che aveva vinto lo scudetto con la Lazio proprio accanto al Cholo, potrà sfidare anche i suoi sentimenti.

Indubbiamente giocare la gara di ritorno a Madrid è uno svantaggio. Ma la squadra di Inzaghi può e deve crederci intanto vincendo in maniera netta e inappellabile a San Siro nella gara d’andata del 20 febbraio e poi giocando a viso aperto nella sfida di ritorno il 13 marzo a Madrid. Tra andata e ritorno c’è quasi un mese di tempo e tanto può succedere nel frattempo. Molto dipenderà anche dalla condizione fisica degli uomini di Inzaghi. Guardando alle passate panchine del tecnico interista marzo dovrebbe portare bene con le squadre inzaghiane che in primavera danno il massimo. Non rimane che attendere pochi giorni per trovare riscontro sul campo. Certamente San Siro sarà una bolgia interista. I vice campioni d’Europa non posso certamente temere l’Atletico Madrid.