15 Aprile 2024
Welness

Ad Ispro inaugurato un nuovo mammografo ed ecografo

L’Ispro, l’istito per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica con sede a Firenze, si arricchisce di un nuovo mammografo con tomosintesi 3D e un ecografo ad alte prestazioni. I due nuovi apparati, di cui si potrà avvalere la struttura di senologia clinica, sono stati inaugurati dal presidente della Toscana Eugenio Giani e si inseriscono all’interno di un piano di sviluppo ed innovazione avviato nel 2023 e che prevede il potenzionamento delle strutture diagnostiche. Essenziali per prevenzione o la diagnosi precoce dei tumori.

“L’ambito oncologico – sottolinea Giani – è senza ombra di dubbio uno dei settori di maggiore complessità del servizio sanitario pubblico, ambito per il quale i principi di equità di accesso, prossimità ed innovazione dell’assistenza, unitamente all’appropriatezza e alla sostenibilità, devono essere perseguiti con massimo impegno”. “L’ultima indagine di Agenas, l’agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, ha certificato che la rete oncologica toscana è prima a livello nazionale, dimostrando in questo modo il valore del sistema sanitario toscano e l’importante lavoro svolto da Ispro”.

L’ammodernamento avviato nell’istituto ha permesso, grazie ad importanti investimenti, di acquistare nuove attrezzature e tecnologie, eseguire interventi strutturali e potenziare il parco delle unità mobili, coinvolgendo, oltre alla senologia clinica anche la ìstruttura di screening e prevenzione secondaria, il laboratorio regionale di prevenzione oncologica, il core research laboratory e l’epidemiologia dei fattori di rischio e degli stili di vita.

La direttrice di Ispro, Katia Belvedere, ringrazia il personale per il fondamentale impegno profuso giornalmente nelle attività. “Siamo molto orgogliosi – commenta – di poter continuare nel percorso di sviluppo di Ispro e ringraziamo, sinceramente, la Regione Toscana per l’attenzione e il costante sostegno fornito all’ambito oncologico. L’innovazione rappresenta, infatti, un elemento indefettibile per poter conseguire ulteriori traguardi a garanzia di una rete oncologica regionale sempre più all’avanguardia”.