18 Giugno 2024
Austria

Cosa vedere a Vienna in 4 giorni

Vienna è indiscutibilmente una delle capitali europee più affascinanti da scoprire. La capitale austriaca offre un equilibrato connubio di arte, cultura e squisita gastronomia. In questo articolo, vi presenteremo un elenco delle 8 attrazioni imperdibili che dovreste includere in un tour di 4 giorni a Vienna.

Troverete una descrizione dettagliata di queste mete, le ragioni per cui meritano un posto nel vostro itinerario e gli aspetti più interessanti da esplorare all’interno di ciascuna di esse.

Stephansdom: l’imponente Duomo di Vienna

Ecco una delle prime attrazioni da visitare a Vienna in 4 giorni.

Nel cuore del centro storico della città, si erge maestosamente il Stephansdom, un capolavoro dell’architettura gotica e uno dei simboli più emblematici della città. Questa cattedrale, con la sua torre merlata che svetta nel cielo e i suoi dettagli intricati, racconta storie di epoche passate, di re e regine, di arte e fede.

Durante la vostra visita, ecco alcuni aspetti su cui soffermarsi per una visita memorabile:

  • Le due torri: Per chi desidera ammirare una vista mozzafiato su Vienna, si consiglia di salire sulla torre sud, nota come “Steffl”, dopo aver fatto oltre 340 gradini, oppure sulla torre nord, che è più bassa ma più semplice da scalare, visto che basta prendere l’ascensore. Da entrambe le torri la vista è davvero stupefacente.
  • La Cripta: Sotto la superficie della cattedrale si trova una importante cripta, luogo di sepoltura di molti arcivescovi e persino imperatori. La cripta contiene anche un grande ossario, con i resti di ben 10.000 viennesi.
  • Le tegole sul tetto: i mosaici sul tetto, realizzati con tegole colorate, rappresentano uno degli aspetti più distintivi del Stephansdom.
  • Interni: il duomo ospita oltre 20 cappelle, decorata seguendo diversi stili, dal gotico al barocco. Ognuna da ammirare e ricca di opere d’arte, cimeli e reliquie.

Castello del Belvedere: Eleganza barocca e capolavori d’arte austriaca

Mentre proseguiamo il nostro itinerario di 4 giorni a Vienna, scoprirete che la città è ricca di importanti edifici storici, ma pochi possono competere con la magnificenza del Castello del Belvedere. Situato su una leggera collina, questo complesso barocco di due palazzi venne costruito come residenza estiva per il Principe Eugenio di Savoia.

I due edifici principali sono il Belvedere Superiore e il Belvedere Inferiore.

Il Belvedere Superiore ospita la Österreichische Galerie Belvedere, una delle più importanti gallerie d’arte del paese. Qui potrete ammirare capolavori dell’arte austriaca, tra cui il celebre quadro “Il Bacio” di Gustav Klimt, insieme ad altre opere magnifiche che spaziano dal Medioevo all’arte contemporanea.

Il Belvedere inferiore invece ospita una collezione di arte barocca e le mostre temporanee.

Castello di Schönbrunn: un viaggio nell’opulenza imperiale

Quando si pensa a Vienna e al suo ricco patrimonio culturale, il Castello di Schönbrunn emerge inevitabilmente come una delle sue attrazioni più importanti. Non a caso, stiamo parlando del monumento più visitato in Austria.

Situato a pochi chilometri dal centro cittadino, questo imponente complesso viene spesso paragonato alla Reggia di Versailles.

Ma perché visitarlo in un itinerario di 4 giorni a Vienna?

Il palazzo, o meglio dire la reggia, è immensa. Secondo Vienna Guru, il complesso ospita ben 1441 stanze, anche se quelle aperte al pubblico sono appena 44.

Queste stanze sono una testimonianza dell’opulenza degli Asburgo, con sale ornate, affreschi intricati e mobili pregiatissimi che riflettono il lusso e la grandezza dell’epoca imperiale.

Oltre alla struttura principale, i giardini di Schönbrunn si estendono in una vasta area verde, e offrono una combinazione perfetta tra natura, arte e architettura. Attraversa il labirinto di siepi, ammira le fontane danzanti e scala la Gloriette per una vista panoramica spettacolare su tutto il complesso di Schönbrunn**.**

Siete a Vienna con tutta la famiglia? Il complesso ospita il più antico zoo del mondo ancora in funzione!

Un consiglio: per sfruttare al meglio la visita a Schönbrunn, si consiglia di prevedere almeno mezza giornata. Mentre è possibile esplorare il castello e i giardini a proprio piacimento, per una comprensione più approfondita della sua storia e importanza, potreste considerare una visita guidata.

Hofburg: L’Epitome della Sovranità Viennese

Mentre Schönbrunn era la residenza estiva degli Asburgo, Hofburg è stata per ben 6 secoli la loro residenza invernale.

Oggi il complesso si estende maestosamente e occupa buona parte del centro di Vienna, offrendo uno sguardo unico sulla vita di chi ha governato l’Impero austriaco per secoli.

L’insieme di edifici che formano l’Hofburg, ospitano diverse attrazioni, ecco quelle che reputo più interessanti:

  • Museo della Sissi: una delle figure più carismatiche della storia austriaca, l’Imperatrice Elisabetta, meglio conosciuta come Sissi, viene celebrata in questo museo. Attraverso oggetti personali, ritratti e narrazioni dettagliate, potrete avvicinarvi al suo mondo e alle vicende che hanno segnato la sua vita.
  • Biblioteca Nazionale Austriaca: parte del complesso dell’Hofburg, questa biblioteca è una delle più belle e raffinate al mondo. La sala principale, che ospita oltre 200.000 preziosi libri e manoscritti, è lunga ben 80 metri, alta oltre 30, e vi lascerà letteralmente senza parole.
  • Scuola di Equitazione Spagnola: Nota per le sue performance di Lipizzani, questa istituzione offre spettacoli di dressage che mostrano l’eleganza e la destrezza dei cavalli e dei loro cavalieri. Oltre a partecipare alle sessioni di allenamento, c’è anche la possibilità di fare una visita guidata.

Haus der Musik: uno dei musei più interessanti di Vienna

Altra visita da non perdere in un itinerario di 4 giorni a Vienna è l’Haus der Musik. Si tratta del museo e centro culturale interamente dedicato alla storia musicale della capitale Austriaca.

Oltre a celebrare la ricca eredità musicale di Vienna, l’Haus der Musik incorpora tecnologie all’avanguardia, che ti faranno immergere nel mondo della musica classica.

Infatti una delle principali attrattive del museo sono le sue esperienze interattive. Potrete ad esempio vestire i panni di un direttore d’orchestra, e dirigere per qualche minuto la Filarmonica di Vienna.

Oltre a questo il museo ripercorre la storia della musica classica a Vienna, e quella dei grandi compositori che ne hanno fatto la storia. Tra questi figurano personaggi come Mozart, Schubert, Beethoven e tantissimi altri nomi importanti.

Biblioteca Nazionale Austriaca: una delle più belle al mondo

Cosa visitare a Vienna in 4 giorni?

La capitale austriaca, è sede della Biblioteca Nazionale, una delle biblioteche più antiche e importanti d’Europa. La biblioteca, come ho anticipato, si trova nel complesso dell’Hofburg,

La Sala di Stato, l’area più celebre della biblioteca, oltre ad ospitare ben 200.000 tra libri e manoscritti, è riccamente decorata, con affreschi, motivi barocchi e librerie di legno pregiato.

Oltre ai tantissimi volumi, la biblioteca vanta una collezione di manoscritti e incunaboli di inestimabile valore, alcuni dei quali risalgono al Medioevo. Questi tesori rari offrono una finestra sul passato e sull’evoluzione della scrittura e della stampa

La biblioteca possiede inoltre una delle più grandi collezioni di mappe e globi d’Europa, alcuni dei quali risalgono al 16° secolo. Questi artefatti sono non solo strumenti geografici, ma anche testimonianze della comprensione dell’umanità del mondo in diversi periodi storici.

Hundertwasserhaus: Un capolavoro di architettura ecosostenibile

l’Hundertwasserhaus, situato nel quartiere di Landstrasse è un complesso residenziale che sfida le convenzioni architettoniche grazie al suo design unico e in perfetta armonia con la natura.

Progettato dall’artista Friedensreich Hundertwasser, questo edificio rompe con la simmetria e la linearità tradizionale. Con le sue forme ondulate, la vegetazione che spunta dai balconi e dal tetto, e i colori vivaci, è una vera e propria opera d’arte.

Hundertwasser era un pioniere dell’architettura ecologica. L’Hundertwasserhaus non è solo esteticamente piacevole, ma anche funzionale e sostenibile. L’uso di piante sulle facciate e sui tetti non solo migliora l’estetica, ma contribuisce anche a un ambiente urbano più verde e in linea con la natura.

Proprio di fronte all’Hundertwasserhaus si trova l’Hundertwasser Village, un altro esempio del genio creativo dell’artista. Si tratta di un piccolo centro commerciale, che ospita negozi e caffetterie, mantiene lo stesso stile eclettico dell’edificio principale, e a differenza dell’Hundertwasserhaus che non è visitabile, il Village è accessibile al pubblico.

Il Prater: Una giostra di emozioni nel verde di Vienna

Infine, altra visita imprescindibile in un itinerario di 4 giorni a Vienna è il Prater.

Di cosa si tratta? di un parco divertimenti inaugurato alla fine del XIX secolo, e famoso per ospitare la ruota panoramica più antica al mondo.

Icona indiscussa del Prater, la Wiener Riesenrad, viene inaugurata nel 1897 e da allora è diventata uno dei simboli di Vienna. Dall’alto dei suoi 65 metri, regala viste sensazionali sia sul centro di Vienna che sul Prater stesso.

Oltre alla storica ruota panoramica, il Prater ospita molte altre attrazioni interessanti, tutte da scoprire. Grazie a un trenino conosciuto come Liliputbahn, potrai inoltre girare tutto il Prater, attraverso un viaggio panoramico di circa 20 minuti.