24 Luglio 2024
Travel

Noleggiare un’auto a Città della Pieve per andare alla scoperta dei tesori del Trasimeno

Pronti a scoprire le bellezze del cuore verde d’Italia? Una tappa di partenza unica è Città della Pieve, ubicata in posizione strategica al confine tra Umbria e Toscana. È possibile noleggiare un’auto a Città della Pieve ed iniziare così un percorso alla scoperta dei tesori del Trasimeno. Grazie a Revirent il servizio autonoleggio Città della Pieve è facile ed economico. Per chi ha bisogno di un’auto a noleggio per le vacanze, per un viaggio o ha bisogno di affittare un furgoncino per un trasporto eccezionale o per un trasloco, Revirent offre servizi di noleggio a breve termine ideali per tutte le esigenze mettendo a disposizione veicoli di alta qualità a tariffe convenienti. Inoltre noleggiare un’auto a Città della Pieve con Revirent permette di beneficiare di offerte speciali, rendendo il noleggio auto ancora più conveniente. Sono disponibili opzioni di noleggio flessibili sia per un breve fine settimana sia per un viaggio più lungo.

Una volta noleggiata l’auto a Città della Pieve si può andare alla scoperta innanzitutto dei comuni più vicini come Chiusi, Montepulciano, Castiglione del Lago, Panicale, Fabro. Sono tutte perle del territorio verde ed incontaminato a cavallo tra Umbria e Toscana. E quindi ad ammirare la bellezza unica del Lago.

Il Trasimeno è un lago tettonico esteso su 128 km². È il lago più esteso dell’Italia centrale, quarto tra i laghi italiani immediatamente dietro al lago di Como. La sua profondità non è consistente, infatti quella media è 4,3 m, la massima 6 m. Ecco perchè viene considerato un lago tipo laminare. Suggestivi sono i borghi che sorgono attorno al Lago ma anche le Isole Polvese, la Maggiore e la Minore. L’isola Polvese si trova nella parte sud orientale. Appartiene alla Provincia di Perugia ed è un parco scientifico didattico. Nella parte orientale e meridionale c’è un’ampia zona umida che dà rifugio a varie specie di uccelli e anfibi. L’isola Maggiore è l’unica abitata. Ci sono una decina di abitanti. È collegata con la terraferma da un servizio di traghetti verso i paesi di Tuoro sul Trasimeno, Passignano sul Trasimeno e Castiglione del Lago. Una fitta rete di sentieri copre l’isola intera. L’isola Minore si eleva per circa 20 m dalla superficie del lago ed ha la curiosa forma di una virgola con dimensioni di circa 450 x 260 m e una superficie totale di 0,05 km². È coperta da una fitta vegetazione boschiva e qui trova rifugio una colonia di cormorani.

La fauna è variegata dall’istrice alla volpe, dal cinghiale al toporagno. Si possono trovare inoltre aironi, svassi maggiori, folaghe, cormorani, germani reali, moriglioni, gabbiani, fischioni. Ricca è la fauna ittica lacustre dalle carpe ai lucci, dalle tinche ai cavedani.

Per visitare i centri attorno al Lago Trasimeno e le Isole ci vorrebbe almeno una settimana. Per chi ha poco tempo l’ideale è visitare le Isole del Lago in una giornata ed in un’altra concentrarsi su un’escursione attorno al Lago.

Una giornata intera merita Città della Pieve, sorta attorno alla Pieve dei Santi Gervasio e Protasio. Nel 1188 fu sottomessa a Perugia e, sotto Federico II di Svevia, il libero Comune assunse l’attuale assetto urbanistico. Nel 1600 Città della Pieve entrò nello Stato Pontificio divenendo un centro amministrativo e religioso importante.

La Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio, sede del Duomo, è uno scrigno che custodisce le opere di due grandi pittori di Città della Pieve: il Perugino e il Pomarancio. Una visita merita anche l’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi per godere della vista dell’opera “Adorazione dei Magi” del Perugino.

Caratteristiche sono la torre Civica e la torre del Vescovo. La Rocca cattura lo sguardo con cinque torri. Lungo via Vannucci c’è “vicolo Baciadonne”, il vicolo più stretto d’Italia per la sua larghezza che varia dai 50 ai 60 centimetri. Il Palazzo della Corgna oltre ad ospitare la biblioteca comunale è sede di esposizioni temporanee. Tra gli edifici nobiliari da vedere palazzo Bandini e palazzo Baglioni. Subito fuori dalle mura ci sono la chiesa di Sant’Agostino, di San Francesco, oggi santuario della Madonna di Fatima, la chiesa di Santa Maria dei Servi, con l’affresco del Perugino raffigurante la Deposizione dalla Croce, e la chiesa di Santa Lucia.

A Città della Pieve si trovano tracce di cultura umbra, laziale e toscana, essendo un luogo strategico di passaggio e di confine. I panorami sono mozzafiato. Dall’alto di Città della Pieve si domina a 360° tutto il territorio circostante. La Città natale del Perugino è uno splendido borgo da visitare tutto l’anno, tant’è che non mancano iniziative culturali anche in inverno oltre che in estate.