24 Luglio 2024
Italia

Quanti soldi servono per vivere a Milano? Ecco il costo medio della vita nel capoluogo lombardo

L’Italia è una nazione molto varia e in quanto tale anche il costo della vita è le opportunità lavorative sono molto differenti tra loro.

Milano è una città costosa ma al tempo stesso offre molte opportunità di lavoro in vari settori, motivo per cui è meta di numerosi professionisti – giovani e non – che ambiscono a un’occupazione in grado di gratificarli. Per farsi un’idea dell’offerta lavorativa suggeriamo di visitare “il sito Cving.com“, portale di recruiting tra i più affidabili, così da constatare se ci siano posizioni aperte nel proprio ambito di interesse.’

Nelle prossime righe andremo a vedere quanti soldi servono per vivere a Milano mediamente.

Spese alimentari

Il costo medio della spesa alimentare a Milano per una famiglia media dipende da diversi fattori, come il numero di membri della famiglia e le abitudini alimentari. Tuttavia, in generale, secondo alcune stime, una famiglia media può spendere tra i 400 e i 600 euro al mese per l’acquisto di cibo. 

Questo importo può variare in base alla qualità dei prodotti scelti e alla frequenza degli acquisti, ma in generale il costo della spesa alimentare a Milano è considerato piuttosto elevato rispetto ad altre città italiane.

Bollette

Il costo medio delle bollette a Milano per un appartamento di 100 mq dipende dal consumo e dal tipo di servizi utilizzati. 

Considerando le spese di luce, acqua, gas e internet, si può stimare un costo mensile che oscilla tra i 150 e i 300 euro al mese. Questo importo può variare in base all’efficienza energetica dell’immobile, al numero di persone che vi abitano e alle abitudini di consumo. In ogni caso, il costo delle bollette a Milano è generalmente più elevato rispetto ad altre città italiane, a causa dei prezzi più alti delle forniture e della maggior richiesta di servizi.

Trasporti

Il costo medio per i trasporti a Milano con abbonamento mensile e annuale dipende dal tipo di abbonamento scelto e dalla fascia di età del titolare. Ad esempio, un abbonamento urbano mensile per un adulto costa circa 35 euro, mentre per un bambino dai 4 ai 14 anni il costo è di circa 20 euro. 

Per chi utilizza i mezzi pubblici con maggiore frequenza, esistono diverse opzioni di abbonamenti annuali, con prezzi che variano da 270 euro per un abbonamento urbano per un adulto fino a 1.100 euro per un abbonamento per l’intera rete regionale. In ogni caso, l’acquisto di un abbonamento mensile o annuale permette di risparmiare notevolmente rispetto all’acquisto di singoli biglietti ogni volta che si utilizzano i mezzi pubblici.

Affitto casa

Il costo medio dell’affitto di una casa a Milano dipende dalla zona della città, dalle dimensioni dell’immobile e dalle condizioni generali dell’appartamento. Si può stimare un costo mensile che va dai 700-800 euro per un monolocale, ai 1.200-1.500 euro per un bilocale o un trilocale, fino ai 2.000-2.500 euro per una casa più grande. Tuttavia, questi prezzi possono variare notevolmente in base alla posizione dell’immobile, alla presenza di servizi e alla richiesta del mercato. 

Il costo dell’affitto può aumentare se l’immobile è arredato o se è situato in una zona molto richiesta, come il centro storico o le zone limitrofe ai principali luoghi di lavoro. In ogni caso, Milano è considerata una delle città più costose in Italia, a causa della forte richiesta e della limitata offerta di immobili.

Acquisto casa

Si può stimare un prezzo medio di circa 8.000-9.000 euro al metro quadrato per un immobile nuovo o ristrutturato, mentre per un immobile da ristrutturare il prezzo può essere inferiore. Tuttavia, questi prezzi possono variare notevolmente in base alla posizione dell’immobile, alla presenza di servizi e alla richiesta del mercato. 

Il prezzo può essere influenzato da fattori come la vicinanza ai principali luoghi di lavoro, la presenza di mezzi pubblici e la qualità dell’immobile stesso. In ogni caso, il costo per l’acquisto di una casa a Milano è tra i più elevati in Italia, soprattutto nelle zone centrali della città.