12 Luglio 2024
Economia

Vacanze anche senza contanti: viaggiare in Europa usando le carte conto

I pagamenti digitali sono all’ordine del giorno. La maggior parte degli italiani usa le carte per i pagamenti di tutti i giorni. L’uso del contante è frequente ma pagare con le carte è sempre più comune anche quando si fanno le vacanze. Per chi vuole viaggiare senza tanti contanti con sé e vuole uno strumento pratico per viaggiare usando le carte conto può informarsi sul portale card.it focalizzato su carte di credito e prepagate: qui troverai maggiori dettagli.

Il viaggiatore può scegliere tra diverse carte conto individuando quella che meglio si adatta alle sue esigenze. Si possono attivare delle carte conto sia di banche italiane, sia straniere, sia per privati sia per aziende. Perché naturalmente si può viaggiare non solo per divertimento ma anche per lavoro. Se si attiva una carta conto in area euro e si opera in questa zona va bene praticamente qualsiasi operatore sia italiano sia estero, chiaramente tenendo in debito conto le condizioni praticate e le proprie esigenze.

Grazie alla Carta Conto si può pagare ed effettuare qualsiasi operazione bancaria. Quindi oltre che pagare mentre si prende un caffè al bar o si sale in metropolitana, si può anche usare la carta conto per domiciliare le utenze, per accreditare lo stipendio e per prelevare presso gli ATM. La carta conto ha il suo IBAN e quindi si possono sia inviare sia ricevere bonifici anche in versione istantanea, evitando le attese per il trasferimento delle somme. Si possono anche effettuare i pagamenti online oltre che nei negozi su strada mediante POS. Si vuole prenotare da app al McDonald’s? Basta usare la carta conto per pagare la prenotazione. Con pochi click si fa la prenotazione, si arriva direttamente nel fast food, si consuma e si torna alla scoperta della propria meta di vacanza.

Inoltre la carta può essere associata ad un conto corrente con il quale è possibile ricaricarla o addebitare le somme spese per gli acquisti. L’associazione ad un conto corrente – spiegano gli esperti di card.it – “la differenzia dalla carta prepagata con IBAN che solitamente non è collegata a nessun conto corrente”. La prepagata non consente di effettuare tutte le operazioni di internet banking, a differenza della Carta Conto.

Gli istituti bancari mettono a disposizione una Carta Conto Ricaricabile oppure una Carta Conto con Fido Bancario. Rispetto a quella ricaricabile (che è la più diffusa) la carta conto con fido bancario consente transazioni ed acquisti anche se le somme superano la liquidità della carta. Questo perchè si dispone di un plafond con un massimale su base mensile associato al Fido.

La maggior parte delle carte conto hanno il chip contactless per i pagamenti veloci appoggiando direttamente la carta al POS. Si possono usare i pagamenti digitali come Apple Pay, Google Pay, Samsung Pay e quindi mediante smartwatch e/o smartphone. Per eseguire questi ultimi la carta conto va prima associata ad uno di questi metodi.

Gli acquisti sul web sono in sicurezza mediante l’identificazione con nominativo, codice numerico, CVC e data di scadenza della carta. Alcune carte conto sono predisposte al prelievo senza tessera quindi usando QR Code o smartphone dove presenti gli ATM di ultima generazione.

Ciascuna banca ha le sue politiche sia in termini di canoni sia di commissioni per i servizi. Bisogna quindi leggere con attenzione le condizioni contrattuali prima di attivarne una, per verificare quali meglio si adattano alle proprie esigenze. Non dimenticatevi di abilitarle ad operare all’estero per quando si viaggia fuori dall’Italia!