Condivisione delle password Netflix: restrizioni a partire dal 2023

Netflix inizierà a fermare la condivisione di password esternamente al nucleo familiare dal 2023. Quindi niente più account con amici. Dopo avere lanciato la possibilità di trasferire i propri profili su nuovi account, lo streamer afferma che inizierà a bloccare gli account condivisi. Netflix ha condotto test che hanno spinto gli utenti in Cile, Costa Rica e Perù a pagare un extra per un account secondario se veniva rilevato che si stava usando l’abbonamento del proprietario al di fuori della propria famiglia. Lo stesso è accaduto anche in Argentina, El Salvador, Guatemala, Honduras e Repubblica Dominicana, dove sono stati fermati gli account condivisi esternamente al nucleo familiare.

L’obiettivo è monetizzare la condivisione degli account e reprimere la condivisione delle password. Per questo è stato introdotto uno strumento che facilita il trasferimento del proprio profilo a un personale account e la creazione di sub-account, grazie alla quale il proprietario dell’account può attivare uno o più account secondari per un amico o familiare gestendo il pagamento. A tutto questo si aggiunge il nuovo sistema di abbonamento con pubblicità, che punta a ottenere nuovi iscritti. Per la creazione di sub-account il titolare dell’account dovrà pagare una tariffa mensile per ciascun utente che vive al di fuori del suo nucleo familiare.

Ecco cosa ha dichiarato lo streamer. Abbiamo adottato un approccio ponderato per monetizzare la condivisione degli account. Inizieremo a implementarlo in modo più diffuso a partire da inizio 2023. Dopo avere ascoltato il feedback dei consumatori. Offriremo a coloro che accedono a Netflix senza essere proprietari dell’account la possibilità di trasferire il proprio profilo Netflix nel loro account personale. Inoltre, a coloro che condividono il loro account, di gestire i loro dispositivi in modo più semplice e di creare sub-account se desiderano pagare per familiari o amici.