Associazioni d’arma: Regione Lombardia ha sostenuto 14 progetti di utilità sociale

Nel 2021 sono state 14 le associazioni d’arma lombarde destinatarie di contributo regionale per la realizzazione di progetti di utilità sociale. Iniziative che hanno riguardato la ristrutturazione di sedi storiche, il restauro di monumenti, appuntamenti culturali sulla memoria. Lo comunica l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato. “I progetti realizzati dalle varie associazioni – ha dichiarato l’assessore Riccardo De Corato – il cui contributo ammontava complessivamente a 100.000 euro, sono stati di grande rilevanza sociale. Crediamo infatti che la memoria storica vada protetta. Per questo Regione Lombardia vuole essere vicino a loro. Le sezioni d’arma, soprattutto nei piccoli centri, sono dei veri e propri centri di aggregazione. Luoghi in cui le persone anziane trasmettono antichi valori ai più giovani”.

“Ho sempre creduto – ha aggiunto l’assessore regionale alla Sicurezza – che le testimonianze di chi ha sacrificato la propria vita per la nazione sono fondamentali. Se diffuse in modo capillare possono costituire un potente mezzo per fare prevenzione”. Nel 2021 sono stati destinatari del contributo di Regione Lombardia per progetti e iniziative di utilità sociale: le associazione Alpini con le sezioni di Brescia, Como, Vallecamonica (BS), Milano; i gruppi Alpini di Ospitaletto (BS), Desenzano del Garda (BS), Vestone (BS), Collio V. T. (BS), Vallio Terme (BS), Manerba del Garda (BS), Soprazocco (BS).
Ed ancora l’associazione nazionale ‘Autieri’, l’associazione nazionale ‘Genieri e Trasmettitori’ e l’associazione ‘Vittime del Dovere’. Regione Lombardia ha inoltre stanziato 200.000 euro per il 2022 da destinare alle associazioni combattentistiche lombarde per la realizzazione di altri progetti di utilità sociale. ” A breve – ha concluso l’assessore regionale alla Sicurezza – pubblicheremo il nuovo bando”.