27 Febbraio 2024
Sport

Italiane in corsa per la qualificazione Champions: ultime due gare decisive

Non è più l’Atalanta da primato ma è pur sempre una gran bella realtà in Italia e in Europa. La Dea in campionato stenta a decollare mentre in Champions è in corsa per il passaggio del turno e saranno in tanti che in queste ore gioveranno del rabona scommesse bonus senza deposito in Italia per fare scommesse sportive sugli impegni delle italiane in Europa.

Dopo 4 turni e in ottica del rush finale della fase di qualificazione si può tracciare un primo bilancio complessivamente positivo ma da definire in Champions League. Grande la Juve, Atalanta sul pezzo, Inter in linea rispetto alle attese, male il Milan che paga la collocazione in un girone di ferro e i troppi anni di assenza da un palcoscenico così illustre.

La Juve di Allegri è già qualificata grazie ai 12 punti conquistati. Ad oggi è la copia di quella vista in campionato. Ha un Chiesa in più e un Ronaldo in meno. Ma anche un Dybala fondamentale oltre a Bernardeschi e Locatelli che non fanno mancare il loro apporto. I bianconeri puntano a passare il turno da primi della classe ma l’obiettivo vero è arrivare fino in fondo in Russia.

Nel Gruppo F c’è una Dea che rimane in corsa per la qualificazione, anche per il primo posto. Dopo una buona partenza (pari a Villareal e successo casalingo ai danni dello Young Boys) è arrivata la doppia beffa con il Manchester United. Una sconfitta in Inghilterra 3-2 maturata nell’ultimo quarto d’ora nonostante il vantaggio di 2 a 0 e il 2-2 a Bergamo incassando le reti di Cristiano Ronaldo nel recupero di entrambi i tempi. La classifica vede Manchester United e Villarreal a quota 7, Atalanta a 5 punti e Young Boys fermi a 3 punti. Al netto di calcoli e combinazioni, “basterà” battere spagnoli e svizzeri per garantirsi il passaggio del turno.

Discorso a parte per Inter e Milan. La classifica del Girone D è favorevole per l’Inter. Partenza lenta con un solo punto nelle prime due gare e doppia vittoria contro l’ex capolista Sheriff, regolata 3-1 sia a Milano che a Tiraspol. Nonostante la falsa partenza, i nerazzurri, superando lo Shakhtar, potrebbero staccare il pass per gli ottavi con un turno d’anticipo. Sempre che il Real Madrid non si faccia ancora una volta sorprendere dai moldavi.

Bocciato invece il Milan. Nette sconfitte esterne a Liverpool e Oporto, sfortunata al termine di una generosa prova quella subita contro l’Atletico Madrid a Milano. Difficile a questo punto, ma non impossibile, che si prolunghi l’esperienza rossonera in Champions. Dopo il pareggio con i lusitani bisognerà fare bottino pieno nelle restanti sfide, per poi sperare che gli altri risultati vadano meglio. Più accessibile la via della “retrocessione” in Europa League che sarebbe meno amara di un’eliminazione troppo prematura dal palcoscenico europeo.