27 Febbraio 2024
Sport

Formula Uno: nel 2022 spariscono i GP di Turchia, Portogallo e Qatar

Tante novità in F1 nel 2022. Oltre alle rivoluzionarie nuove monoposto si correranno ben 23 GP, una cifra mai raggiunta nella storia del Mondiale. Il primo appuntamento è per il 20 marzo quando il Circus si dirigerà in Bahrain. Dal calendario spariscono i GP di Turchia, Portogallo e Qatar (solo per il 2022, complici i Mondiali di calcio), mentre arriva per la prima volta quello di Miami. Graditi ritorni anche per Australia, Giappone e Singapore. Buone notizie per i tifosi italiani che potranno avere due occasioni per vedere sfrecciare i propri beniamini: a Imola il 24 aprile e a Monza l’11 settembre. L’ultima gara dell’anno sarà ad Abu Dhabi il 20 novembre.

Jean Todt, Presidente della Fia è entusiasta. “Questo calendario è davvero unico ed è frutto del grande lavoro fatto in sinergia da F1 e da Stefano Domenicali con la Fia. Abbiamo dimostrato negli ultimi due anni la nostra resilienza, e il nostro sport continua a crescere in tutto il mondo. Non vedo l’ora di vivere la stagione 2022”.

Il calendario F1 2022

Bahrain (Sakhir) – 20 marzo
Arabia Saudita (Jeddah) – 27 marzo
Australia (Melbourne) – 10 aprile
Emilia Romagna (Imola) – 24 aprile
Miami – 8 maggio
Spagna (Barcellona) – 22 maggio
Monaco – 29 maggio
Azerbaijan (Baku) – 12 giugno
Canada (Montreal) – 19 giugno
Regno Unito (Silverstone) – 3 luglio
Austria (Spielberg) – 10 luglio
Francia (Le Castellet) – 24 luglio
Ungheria (Budapest) – 31 luglio
Belgio (Spa) – 28 agosto
Olanda (Zandvoort) – 4 settembre
Italia (Monza) – 11 settembre
Russia (Sochi) – 25 settembre
Singapore – 2 ottobre
Giappone (Suzuka) – 9 ottobre
Usa (Austin) – 23 ottobre
Messico (Città del Messico) – 30 ottobre
Brasile (San Paolo) – 13 novembre
Abu Dhabi – 20 novembre