28 Febbraio 2024
Sport

C’è da scommetterci: la Juve sarà protagonista in Italia e in Europa

Max Allegri è tornato alla Juve con l’unico obiettivo di vincere. La Vecchia Signora sarà di nuovo protagonista sia in Italia sia in Europa. C’è da scommetterci. Ne sono convinti i tifosi, i commentatori e anche gli scommettitori. Basta ad esempio registrarsi ed accedere con 22Bet login per avere un quadro delle quotazioni di uno dei bookmaker più usati in Italia e non solo.

La Juve è data tra le favorite sia in Serie A sia in Champions. Ha i campioni, ha la dirigenza giusta e soprattutto la mentalità vincente. La piazza ci crede e lavora per centrare l’obiettivo. Max Allegri è già al lavoro.

A Torino sono attesi i quattro campioni d’Europa, il loro arrivo è previsto per i primi di agosto. Chiellini, Bonucci, Bernardeschi e Chiesa raggiungeranno quindi a breve i compagni che sono già al lavoro per la prossima stagione. La società deve fare mercato ed in particolare definire le situazioni di Dybala e Ronaldo. L’argentino si è già allenato con i compagni alla Continassa, mentre il portoghese è atteso a Torino anche se si parla di un possibile approdo a Parigi.

Atteso in Piemonte anche Dejan Kulusevski, in vacanza per smaltire le fatiche del recente Europeo. A breve sarà a Torino per la sua seconda stagione da juventino. Lo svedese è al centro del progetto ed è gradito ad Allegri che ha chiesto di trattenerlo nonostante le offerte che arrivano dalla Premier League. Fabio Paratici vuole portarlo al Tottenham.

Ma la Juve non vuole perdere uno dei suoi investimenti. Dopo un anno di test per Kulusevski può essere la stagione importante. Prima dell’arrivo alla Juve aveva un solo anno di Serie A a Parma. Doveva adattarsi all’ambiente di un top club per farsi largo tra campioni come Dybala e Ronaldo. Ad avvio della scorsa stagione lo svedese si stava ambientando ma non giocando nel suo ruolo naturale era molto più complicato. Il ragazzo si è fatto notare a Parma giocando esterno offensivo a destra. La Juventus l’ha acquistato prima dell’arrivo di Andrea Pirlo che giocava con l’attacco a due, e così l’ex Parma si è trovato schierato o esterno di fascia a centrocampo o da seconda punta.

Per lo svedese ora si aprono nuove opportunità. Allegri farà partire Kulu dietro a Chiesa, Dybala e Ronaldo nelle gerarchie, ma con tre competizione ci sarà spazio per tutti e per un giocatore di qualità come lui sarà l’annata giusta. La Vecchia Signora l’ha collocato al centro del progetto ed è uno dei tre giovani incedibili così come Chiesa e De Ligt. Da questi tre talenti la Juve di Allegri ripartire per tornare grande.