23 Febbraio 2024
EconomiaSvizzeraTravel

Il Gran Monferrato guarda alla Svizzera tedesca

Si parte con un target di riferimento specifico: la Svizzera tedesca. È l’obiettivo del consorzio Gran Monferrato. L’attività di marketing inizia dalla Svizzera tedesca, scegliendo un’area diversa ogni anno. Il consorzio Gran Monferrato si interesserà di marketing territoriale e turistico nelle colline di Acqui, Casale e Ovada.

Sono stati i Comuni a promuoverlo e a presentarlo con i sindaci Lorenzo Lucchini, Federico Riboldi e Paolo Lantero. Il comitato scientifico è affidato all’assessore al Turismo di Ovada, Marco Lanza, promotore dell’iniziativa con Mario Arosio, presidente dell’Enoteca ovadese. Bisognerà attendere due anni per ottenere il riconoscimento della Regione Piemonte. Alla base del consorzio ci sono le imprese. Ciascuna azienda può partecipare secondo un diverso livello di contributo annuale.

Si lavorerà per promuovere il Monferrato proponendolo come un brand che “trova forza nella sua autenticità e nelle differenze e che, ora, lavora in prospettiva come non accadeva da tempo”, secondo l’opinione condivisa dei tre sindaci. Il loro incontro è stato favorito dal presidente di Alexala, Pierluigi Prati, che integrerà il lavoro del consorzio puntando sull’enoturismo e sul cicloturismo.