A Vibo Valentia e in Calabria non c’è ripresa senza turismo

La Calabria è una delle mete più ambite per i vacanzieri italiani ed esteri. Causa pandemia le perdite economiche per il settore sono ingenti. Ma Vibo Valentia, la Costa degli Dei e la Calabria intera puntano a recuperare posizioni appena l’emergenza sarà passata. “Faremo tutto il possibile per affrontare al meglio la prossima stagione turistica e lo faremo insieme a chi vorrà assicurare sostegno e concretezza alle imprese del comparto che rappresentiamo”. È l’impegno del Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Vibo Valentia, Gianfranco Comito.

Gli imprenditori vibonesi e calabresi sono in prima linea per il rilancio turistico. A Vibo Valentia e in Calabria, infatti, non c’è ripresa senza turismo. Il Presidente Comito ha ampliato il coinvolgimento delle forze sane che desiderano farsi carico di risollevare le sorti economiche e sociali del territorio, estendendo la partecipazione al Rotary Club Hipponion di Vibo Valentia, guidato dalla Presidente Fusca che ha sottoscritto un protocollo d’intesa con la Provincia ed il Comune di Vibo Valentia teso all’approfondimento delle tematiche che connotano, in positivo ed in negativo, le attività produttive del territorio, prima fra tutte proprio il turismo.

Il noto imprenditore Nuccio Caffo ritiene necessario creare, anche attraverso alcune misure di sostegno messe in campo dalla Camera, maggiore capacità di attrarre il viaggiatore ripensando l’offerta e confezionandola in una proposta accattivante “da veicolare nel modo migliore – afferma ancora Caffo – potenziando i siti internet (digital marketing, e-commerce avanzati, navigazione immersiva, ecc.) degli operatori che rappresentano l’immagine, il primo impatto, la vetrina delle bellissime strutture presenti sul nostro litorale”.