La nuova televisione 2022: cosa cambia?

Secondo quanto stabilito, il 20 giugno 2022 verrà completato lo switch-off al DBV T2.
Di che cosa si tratta e quali televisori sono compatibili con questa nuova tecnologia? Vediamolo insieme.

Dvb-T2: il nuovo digitale terrestre

Il Dvb-T2 è una  nuova tecnologia capace di trasmettere contenuti in TV attraverso il digitale terrestre. E’ stato il Ministero dello Sviluppo economico a fissare la data dello switch-off, ovvero la data a partire dalla quale verrà effettuato lo spegnimento del digitale terrestre che ad oggi vediamo sulle nostre tv: si tratta del 20 giugno 2022. A partire da questa data, quindi, non verranno più recepiti i segnali del “vecchio digitale” e sarà possibile vedere i propri programmi TV preferiti solamente mediante apparecchi televisivi o decoder di nuova generazione.
Stando sempre a quanto stabilito dal Ministero dello Sviluppo economico sarà importante sostituire i vecchi televisori o decoder già a partire dal primo settembre 2021, dal momento che alcuni di essi potrebbero già non essere più in grado di ricevere i nuovi segnali di visione in alta definizione.

Quando avverrà lo switch-off?

Le date ufficiali dello switch-off sono state annunciate dal Ministero ed avverrà in maniera graduale e per aree geografiche com’era già successo con il precedente digitale terrestre.
I primi ad usufruire del nuovo digitale terrestre saranno gli abitanti di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto e le province di Trento e Bolzano dal 31 dicembre 2021. Nel secondo gruppo di regioni con lo switch-off previsto per il 31 marzo 2022 troviamo Campania, Lazio, Liguria, Sardegna, Toscana e Umbria. Infine, dal 20 giugno 2022 il nuovo digitale terrestre verrà rivenuto anche in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche, Molise, Puglia e Sicilia.

Quali tv e decoder sono compatibili con il nuovo digitale terrestre

In linea generale, le televisioni ed i decoder messi in vendita dal 2017 in poi sono in grado di leggere i nuovi segnali.
Per chi non fosse certo, è possibile fare una prova per vedere se la propria tv è compatibile o meno.
Basterà cercare sulla propria tv i canali 100 e 200. Nel caso in cui su questi canali appaia una schermata blu con la scritta “Test Hevc main 10”il proprio televisore/decoder è compatibile con il nuovo digitale terrestre. In caso contrario sarà necessario acquistare una nuova tv o un nuovo decoder.

Quanto costa il nuovo decoder Dvb T2

In commercio si possono già trovare i decoder in grado di ricevere questa nuova tecnologia. Dunque, per farsi un’idea dei prezzi basterà semplicemente fare un giro tra i negozi oppure cercare online i migliori decoder iptv compatibili con il Dvb T2. In ogni modo, i prezzi possono variare dai 15 euro fino anche ad arrivare ai 100 euro per quelli più tecnologicamente avanzati.

E’ importante sottolineare che il Ministero per lo Sviluppo Economico ha predisposto un “Bonus tv” le famiglie con un reddito ISEE inferiore ai 20mila euro annui grazie al quale potranno sostituire il proprio televisore oppure acquistare un decoder per adeguare il proprio apparecchio al nuovo digitale terrestre.