Novità in arrivo su WhatsApp: svolta dall’8 febbraio 2021

WhatsApp introduce importanti novità. L’8 febbraio 2021 la piattaforma aggiornerà le proprie condizioni d’uso. Gli utenti del servizio non avranno scelta. Accetteranno integralmente le modifiche o non potranno più continuare ad usarlo.

Due saranno le novità contenute nei nuovi termini di utilizzo: come WhatsApp gestisce i dati degli utenti e come le aziende potranno utilizzare i servizi Facebook per stoccare e gestire le chat di WhatsApp con i loro clienti. Il secondo aspetto è già stato incluso nelle Faq consultabili online. “Alcune attività – si legge – potranno scegliere la società madre, Facebook, per archiviare i messaggi e rispondere ai clienti in modo sicuro. Facebook non userà automaticamente i tuoi messaggi per influenzare le inserzioni che vedi, ma le attività potranno utilizzare le chat ricevute a scopi di marketing, che potrebbero includere la pubblicità su Facebook”.

Chiunque avvierà una conversazione con un account Business è possibile che inizi a vederne la pubblicità su Facebook. Se per esempio ci capiterà di chiedere informazioni via WhatsApp al negozio preferito, una volta approdati sul social network non ci sarà da stupirsi se i suoi prodotti faranno capolino nel feed. Inevitabile sarà la sensazione di essere osservati, ma così funziona la pubblicità targettizzata.

La piattaforma specifica che sarà sempre possibile mettersi in contatto “con le attività per scoprire di più sulle normative relative alla privacy adottate” e che “lo stato della crittografia di una chat crittografata end-to-end non può essere modificato senza che le modifiche siano visibili all’utente”. Questo al fine di assicurare la riservatezza dei messaggi anche quando si chatta con un’azienda.