13 Luglio 2024
Italia

Cosa si può fare con la patente nautica? L’occasione per cambiare stile di vita

Con il termine di patente nautica si intende un documento nominativo e personale che dà l’abilitazione alla guida di imbarcazioni: si possono scegliere diverse tipologie di licenze nautiche, entro le 12 miglia dalla costa o senza limiti, per barche a vela o a motore. È obbligatoria nelle acque interne e in mare aperto: la patente nautica è necessaria per le moto d’acqua e per i motoscafi adibiti allo sport dello sci nautico.
Inoltre, la patente nautica è obbligatoria per guidare natanti o barche con motore sopra ai 40,8 CV (30Kw).
Per conseguire la patente nautica bisogna essere maggiorenni ed è necessario sostenere la prova teorica: prevede lo studio del manuale, una discussione con gli ufficiali della Marina e anche una prova di carteggio (oggi si effettua in via digitale), anche se attualmente si naviga per lo più con una strumentazione tecnologica. Dopo gli attuali emendamenti sanitari legati al Covid 19 e al DPCM dell’8 Marzo 2020, è possibile seguire dei corsi online organizzati dalle scuole di barca a vela e di navigazione più al passo con i tempi. Una volta conseguita la patente nautica, si apre un ventaglio di opportunità: cosa si può fare con la patente nautica?
Per voi che amate il mare e la vita tra le onde, ecco una serie di suggerimenti e di possibilità per un progetto business o semplicemente per praticare la propria passione per i flutti.

 

L’attività di accompagnatore turistico

Una bella opportunità per dedicarsi al proprio amore per il mare è diventare accompagnatore turistico, dopo aver frequentato un corso patente nautica ed essersi rivolti all’ente culturale per conseguire il patentino per il turismo.
L’accompagnatore turistico svolge un lavoro molto appassionante perché, oltre a vivere a contatto con il mare en plein air, ha la possibilità di interagire con tante persone che condividono lo stesso amore.
Un accompagnatore turistico con patente nautica lavora per un periodo determinato all’anno, a seconda delle stagioni e del contesto geografico in cui opera. Nel caso di alcune località, invece, la navigazione è sempre molto attiva, durante tutto il periodo dell’anno: come nel caso del Lago Di Garda, di Iseo, di Como, attrazioni affascinanti che si vivono d’estate, ma anche in primavera e nelle stagioni meno miti. 

Visitando il sito www.viverelavela.com si possono scoprire tutti i segreti dei più temerari lupi di mare, per diventare navigatori esperti che desiderano fare della loro passione una professione.

 

Affittare barche e lavorare come operatore turistico freelance

Con in mano una patente nautica è possibile anche acquistare una barca e lavorare in modo autonomo nel mondo del turismo, mettendo in affitto il natante di proprietà ai turisti per delle escursioni personalizzate.
È un’opportunità nuova e stimolante di inventarsi una professione: oltre alla patente nautica e all’imbarcazione è necessario ottenere la partita IVA da freelance e presentare la richiesta in piena regola alla Camera di Commercio. La burocrazia può essere lunga e complessa, ma la soddisfazione di diventare marinai padroni della propria attività ricompensa tutti gli sforzi. Un navigatore con patente nautica può anche diventare pescatore, sempre con regolare licenza di pesca imposta nel territorio di appartenenza: in questo modo può collaborare con ristoranti locali, sia al mare che al lago, oppure nelle zone pittoresche del Delta del Po.

Uno spirito particolarmente imprenditoriale che ama il rischio può aprire con la patente nautica una start up turistica che comprenda più soci, con il goal di proporre al turista diversi servizi. Escursioni in mare, al lago, percorsi lungo i fiumi, con intrattenimento e pranzo a bordo. Sono sempre più numerosi i ristorantini sulle barche, delle vere e proprie chicche molto amate dai turisti: un aperitivo a bordo della barca a vela è un’esperienza chic da condividere con il partner o gli amici, sotto l’occhio vigile e la guida del nostromo.

Per non parlare della Sardegna, un territorio che fa del mare una vera opportunità di lavoro: sono tante le persone che si aprono un’attività lungo la costa, un ristorantino locale o un tipico trabocco.
Grazie alla pesca quotidiana i titolari offrono la garanzia di pesce fresco tutti i giorni.

 

Patente nautica per vivere il mare con passione

Con in mano una patente nautica si possono fare tante cose: grazie alla scuola di vela Vivere La Vela di Milano, con basi nautiche a La Spezia e a Como, avete la possibilità di conseguire una licenza che può cambiarvi la vita. È nel meraviglioso territorio bagnato dal lago di Como che opera VivereLaVela, una realtà vicina agli amanti dello sport, della vita all’aria aperta, della libertà a 360°.
La patente nautica è indispensabile per coltivare la propria passione, per trascorrere una giornata al lago e sentirsi i capitani della ciurma, per un’escursione romantica in occasione di un anniversario. Non c’è niente di meglio di una cenetta a lume di candela cullati dai flutti, sotto il chiarore della luna!

 

Un’occasione per un’esperienza alternativa

La vela accomuna tante persone, come chi possiede diverse patenti di guida o fa di professione l’autotrasportatore. Anche chi ama lanciarsi con il paracadute o guida l’elicottero spesso si getta anima e corpo in una nuova esperienza, passando agevolmente dal cielo al mare. Conseguire la patente nautica è di sicuro l’occasione per coltivare la passione per le onde e per il mondo acquatico, uscire per un’immersione subacquea, cimentarsi in un corso di sommozzatore.

 

Mare che passione

La patente nautica è una risorsa in più anche per la persona solitaria che ama ritagliarsi i propri spazi e vivere in totale sinergia con il mare e con la natura. Il mare offre una miriade di opportunità, un bacino affascinate da cui lasciarsi ispirare per la lettura, per scrivere poesie o riflettere in santa pace.