Harrods Londra tappa irrinunciabile per i turisti

Harrods Londra è una delle tappe irrinunciabili per i turisti che visitano ogni anno la capitale inglese. Ma anche un punto di riferimento importante per l’aristocrazia e l’alta borghesia inglese famiglia reale compresa.

I grandi magazzini Harrods Londra devono il nome al loro fondatore, Charles Henry Harrod, abile commerciante che nel 1851 trasferì la sua attività nell’attuale sede di Knightsbridge. Al tempo Harrods era solo un piccolo negozio con due commessi e un fattorino. Ma la vendita di articoli di qualità, soprattutto medicinali, profumi, articoli di cancelleria, frutta e verdura, lo portò ad una rapida espansione. Nel 1880, dopo aver acquisito gli edifici adiacenti, arrivò ad occupare un centinaio di persone.

L’edificio di 7 piani (due interrati) che ospita Harrods occupa un’intero isolato. Sul tetto cè anche una pista per elicotteri. Conta 330 reparti con una gamma vasta di prodotti e servizi per soddisfare desideri e bisogni di uomini, donne, bambini e animali. Infatti qui gli amici a quattro zampe hanno una sezione a loro dedicata con abbigliamento ed accessori esclusivi, collari e piccoli letti a baldacchino.

Harrods Londra: il lusso

Qui sono rappresentate tutte le più grandi marche del mondo con i più bei nomi della moda e gli ultimi must-have dei migliori stilisti. Si può fare shopping da Harrods anche online. Su Harrods.com è possibile sfogliare il catalogo ed acquistare online il meglio dell’abbigliamento uomo, donna e bambino, accessori, borse, profumeria e cosmetica, articoli sportivi ma anche food & wine. Per facilitare la ricerca tra le 600 marche disponibili, i designers sono raccolti in ordine alfabetico.

Nel reparto alimentare famoso si trovano la varietà delle specialità da tutto il mondo. Eccellente la loro presentazione. Ci si può fermare e provare la deliziosa esperienza di qualche degustazione ma se si preferisce un pasto completo ci si può rivolgere ad uno dei ristoranti presenti in quasi tutti i piani. Questo ambiente favoloso ed esclusivo è aperto a tutti, ed a tutti è concessa questa immersione nel lusso ma, per visitare Harrods, è necessario attenersi ad alcune semplici regole sul dress code ed altri accorgimenti come non portare zaini e borse sulla schiena o a spalla; non mangiare o bere in giro per reparti; scattare foto dove non si può.

I bambini fino a 15 anni devono essere accompagnati mentre l’ingresso potrebbe non essere consentito a gruppi numerosi di turisti. A vigilare sulla sicurezza personale in divisa e borghese ma a disposizione dei visitatori ci sono, oltre agli addetti alle vendite, stewart per assistenza e informazioni.

La famiglia Al-Fayed, per 25 anni proprietaria di Harrods, nel 2010 ha ceduto i grandi magazzini alla Qatar Holdings. Nonostante il cambio di proprietà restano all’interno di Harrods i due monumenti commissionati dopo la morte di Lady Diana, principessa del Galles, e di Dodi Al-Fayed, il figlio di Mohammed Al-Fayed. Il primo, inaugurato il 12 aprile 1998, presenta le fotografie della coppia dietro una piccola piramide con il bicchiere macchiato col rossetto dell’ultima cena di Diana e l’anello di fidanzamento acquistato il giorno prima di morire. Il secondo memoriale si intitola “vittime innocenti” ed è una statua in bronzo con il ballo di Diana e Dodi.