Intervista a Eugenio Picchiani “Sono un po’ poeta e un po’ contadino”

Il cantautore Eugenio Picchiani ha recentemente vinto con il video del brano “Eclissi” il “Premio Roma Videoclip” che si è tenuto nella Sala Fellini di Cinecittà, a Roma. Il videoclip è ispirato al cortometraggio “Eclissi” di Valerio Carta da cui sono state tratte alcune immagini per la regia di Andrea Peluzzi Valerio Carta. Protagoniste del video sono Iole Mazzone e Sandra Milo.

 

Quando hai deciso di avvicinarti alla musica e quando hai capito che questa sarebbe stata la tua strada?
Ho avuto la fortuna di frequentare una scuola che fin dalle elementari dava spazio alla conoscenza musicale e credo che dal quale momento sia nato per me il “primo amore”, poi la crescita, le varie esperienze nello spettacolo e l’incontro con Bruno Zambrini mi hanno portato ad avere l’esigenza di iniziare a scrivere. Piano piano ho trovato “la mia strada”, forse un po’ in salita ma per la Musica vale sempre la pena di fare sacrifici.


“Eclissi” è il video con cui hai vinto il “Premio Roma Videoclip”. Com’è nato?
È stata una fortuna! Questo meraviglioso risultato mi ha insegnato che le cose più belle arrivano inaspettatamente. È stata tutta una magia, non avrei mai e poi mai pensato che il tutto si realizzasse in così poco tempo e con questi risultati… Tutto grazie a Francesca Piggianelli, ideatrice e direttore artistico del Premio Roma Videoclip che mi ha individuato e ha creduto fortemente in me, invitandomi a scrivere un brano ispirato al cortometraggio di Valerio Carta “Eclissi”. Ovviamente io ho accettato e le note sono arrivate come un dono, di getto. Un omaggio alla magia del cinema in tutti i suoi contrasti, al fascino e alla storia che fa da testimone a una luce del passato che si riaccende ogni volta che la si rende ancora e per sempre viva.


Sandra Milo è tra le attrici protagoniste del tuo video. Ti ha dato qualche consiglio
Indirettamente ne ho avuti molti di consigli dalla signora Milo e la ringrazio molto, studiando il suo personaggio, la sua interpretazione, i sentimenti della sua mimica magistrale hanno dettato in me emozioni forti che ho poi trascritto in musica


Cosa provi riascoltandoti?
Sono sempre stato molto autocritico, riascoltarmi mi ha sempre creato una certa tensione. Il continuo divenire ci porta sempre avanti, dove ciò che più conta è vivere e non rivivere…mi piace ascoltare i nuovi brani, appena finiti li divoro…poi pochi giorni e ho bisogno di note nuove!


Cosa pensi della musica italiana e dei talent? Hai mai provato a partecipare?
Sì certo, anni fa quando nasceva xFactor ma con pochi risultati concreti per me. Credo che per avere visibilità oggi sia una buona occasione ma è anche vero che sembra un’industria che produce consuma e getta via artisti talentuosi. La Musica italiana è sempre stata uno spaccato rappresentativo del nostro Paese e dei suoi tempi, si è fatta ascoltare e conoscere nel mondo. Oggi sento molte influenze musicali un po’ omogenee tra loro e omologate a un sistema che richiede solo un certo target che non ci rappresenta in pieno. Sono pochi i brani che restano…


Oltre alla musica, come riempi le tue giornate?
Sono nato a Roma ma desideravo vivere in campagna a contatto con la natura e così sono arrivato nel cuore verde d’Italia, in Umbria, in un posto meraviglioso sulle colline di Assisi. Me ne sono innamorato, l’ho fatto rinascere e ogni volta sono rinato anche io perché è questa la forza che la natura dà. Mi dedico alla coltivazione dell’olivo da cui si produce un ottimo olio extravergine bio, mi dedico ai miei amici animali caprette, asinelli oltre agli amici di casa, ho tre cani e otto gatti. Un po’ poeta e un po’ contadino. Ce n’è da fare!


Progetti per il futuro? (Dove ti vedremo prossimamente?)
Nei giorni del Festival sono stato a Sanremo, ospite in CasaSiae al Premio Roma Videoclip come rivelazione per Eclissi, una bellissima soddisfazione trovare con me il neo vincitore di Sanremo Giovani Leo Gasmann e tanti consensi che ricaricano per affrontare i nuovi progetti. Fra poco, in primavera, uscirà il nuovo album che conterrà “Eclissi” ed altri 8 inediti. Partirò da Roma con la presentazione dal vivo del nuovo progetto, per proseguire poi con nuove tappe. Parallelamente mi sto dedicando alla realizzazione di musica originale per la colonna sonora di un nuovo cortometraggio di cui sono sicuro che se ne sentirete parlare presto, sia per il tema sociale trattato che per l’importanza e la bravura dei protagonisti, non posso dire più di questo oltre a dirvi che auguro a tutti Voi un periodo felice, ricco di soddisfazioni. Come quello che ora sto vivendo io.