Carrara: cosa vedere nella città del marmo bianco

Cosa vedere a Carrara, la città del pregiato marmo bianco? C’è davvero l’imbarazzo della scelta. Abbiamo selezionato per voi alcuni luoghi da visitare.

Una della attrazioni da visitare è il Castello Malaspina che ospita l’Accademia delle Belle Arti di Carrara. L’edificio è noto come Palazzo Cybo Malaspina o Palazzo Ducale. L’Ateneo fu fondato nel 1796 su suggerimento dello scultore Olivieri. Riconosciuto dal MIUR, custodisce al suo interno gessi di Antonio Canova.

La Città di Carrara viene associata, in tutto il mondo, alle cave di marmo bianco. Questa roccia metamorfica è stata impiegata da artisti come Canova, Bernini, Michelangelo per la realizzazione dei loro capolavori.

La Cattedrale di Sant’Andrea è ubicata nel centro storico. Il Duomo è stato costruito in marmo durante il Medioevo. Presenta una facciata tra il romanico e il gotico ben distinguibili l’uno, nella parte bassa a righe bianche e nere, e l’altro, nella parte alta con il grande rosone sormontato da teste scolpite.

In origine luogo adibito al mercato del bestiame, la Piazza conosce una rinascita con Alberico I Cybo Malaspina e l’ampliamento della cinta muraria. Da un lato palazzi della borghesia e dall’altro un porticato delle logge che segnavano il confine con la vecchia cinta muraria. La casa natale dello scultore Pietro Tacca, uno dei massimi esponenti del gotico in Toscana. A lui si deve il porcellino in bronzo tra i simboli di Firenze.

Il monumento a Maria Beatrice d’Este, duchessa di Massa e principessa di Carrara. Sotto la piazza un rifugio antiaereo costruito durante la II Guerra Mondiale i cui accessi si trovavano ai quattro angoli.