La Serie A torna in campo con tanti campioni: prima giornata nel fine settimana

Dopo l’arrivo lo scorso anno di Cristiano Ronaldo, attorno alla Serie A si sono riaccesi i riflettori di mezzo mondo. All’improvviso top player e giovani promesse, hanno scelto di popolare il massimo campionato italiano. La Serie A torna in campo in questo fine settimana d’agosto. Ci attende una stagione esaltante tra promesse, sorprese, pronostici e scommesse grazie ai migliori bookmaker come bet2u affidabile e conveniente operatore del settore betting mondiale.

La Serie A torna in campo: la prima giornata è sempre la più difficile

Il campionato si fa più interessante e stuzzica l’entusiasmo degli sportivi e l’interesse degli scommettitori. Si preannuncia una prima giornata difficile anche per le grandi. Apre sabato alle 18 Parma-Juventus. Non un inizio facile per D’Aversa con una gara che si preannuncia di contenimento. Potrebbe così rimanere in panchina Karamoh. In mediana Kucka non sta benissimo. Grassi e Brugman si scaldano. Con lo slovacco recuperato, tornerebbe in pole il 4-3-3 veloce. Parma (4-3-3) probabile formazione: Sepe; Laurini, Bruno Alves, Iacoponi, Gagliolo; Hernani, Kucka, Barillà; Karamoh, Inglese, Gervinho.

L’attacco della Juventus sarà guidato da Cristiano Ronaldo e Dybala. Per la terza maglia il ballottaggio tra Bernardeschi e Douglas Costa pare propendere verso il sudamericano. Tra i nuovi acquisti, spazio a Danilo sulla corsia destra e a Rabiot in mezzo. Probabile panchina per de Ligt e Ramsey. In difesa ci sarà Bonucci, a centrocampo Khedira. Juventus (4-3-3) probabile formazione: Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Rabiot; Douglas Costa, Dybala, Ronaldo.

Fiorentina-Napoli

La Fiorentina di Montella è ancora da completare. Dopo l’arrivo di Ribery, il club sta lavorando per rafforzare di più la rosa. L’ex Bayern potrebbe essere già pronto a scendere in campo. Sulle corsie esterne Lirola pare recuperabile. Terzic è in pole su un Biraghi. In attacco Sottil e Vlahovic si giocano il posto. Fiorentina (4-3-3) probabile formazione: Dragowski; Lirola, Milenkovic, Pezzella, Terzic; Pulgar, Badelj, Benassi; Chiesa, Boateng, Sottil.

Il Napoli non può sbagliare sabato sera alle 20:45 a Firenze. Un problema agli adduttori ha complicato il precampionato di Arek Milik. Il polacco dovrebbe partire dalla panchina contro i Viola. Lozano non sarà disponibile. E’ in Olanda per questioni burocratiche. Sulla destra pronto ad esordire in azzurro Di Lorenzo. Napoli (4-4-2) probabile formazione: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Insigne, Mertens.

Udinese-Milan

La domenica si apre alle ore 18. Tudor contro il Milan ricorrerà a Pussetto. In difesa possibile esordio per Becao mentre Lasagna deve vincere il ballottaggio con Nestorovski. A centrocampo, in caso di 3-5-2 ci sarà anche Jajalo. Udinese (3-5-2) probabile formazione: Musso, Becao, Troost-Ekong, Samir; Larsen, Fofana, Jajalo, Mandragora, Pussetto; De Paul, Lasagna.

Il Milan di Giampaolo sarò lo stesso della passata stagione, almeno nella prima di campionato. Contro il mister rossonero ha Theo Hernandez ai box, Duarte e Leao che devono ancora registrare schemi e movimenti e Bennacer che si è aggregato tardi e che potrebbe, con Krunic, partire dalla panchina. In attacco, di fianco a Piatek, favorito Castillejo. Milan (4-3-1-2) probabile formazione: Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Calhanoglu; Suso; Piatek, Castillejo.

Cagliari-Brescia

Domenica ore 20:45 si gioca a Cagliari una gara che si preannuncia ricca di emozioni. Quattro indisponibili per Maran, compreso Cragno. In porta spazio a Rafael. A sinistra è già pronto Pellegrini, in mediana Rog è squalificato. Spazio a Ionita. In avanti pochi dubbi. Ci saranno Joao Pedro e Pavoletti. Alle loro spalle Castro, al pari di Romagna, è tornato in gruppo ma Birsa pare essere favorito per giocare dietro le punte. In mediana l’alternativa è Cigarini. Cagliari (4-3-1-2) probabile formazione: Rafael; Pisacane, Ceppitelli, Klavan, Pellegrini; Ionita, Nainggolan, Nandez; Birsa; Joao Pedro, Pavoletti.

Balotelli non potrà scendere in campo domenica causa squalifica che lo terrà fermo per 4 giornate. L’attacco bresciano sarà quindi lo stesso dello scorso anno con Torregrossa al fianco di Donnarumma. In difesa sicuro Magnani; l’altro posto se lo contendono Cistana e Chancellor. Sulla trequarti Spalek è in ballottaggio ma parte da favorito per una maglia da titolare. Brescia (4-3-1-2) probabile formazione: Joronen; Sabelli, Magnani, Cistana, Martella; Bisoli, Tonali, Zmrhal; Spalek; Torregrossa, Donnarumma.

Roma-Genoa

Sempre domenica alle ore 20:45 grande attesa per vedere all’opera la Roma di Fonseca. All’Olimpico arriva il Genoa di Andeazzoli. In difesa il nuovo arrivato Mancini potrebbe rimandare il proprio debutto in campionato. Favorito Juan Jesus. Il duo Cristante-Pellegrini agirà dietro i tre incursori. Davanti Dzeko. Spinazzola fermo causa infortunio mentre per Zappacosta serve tempo. Deve prima trovare l’intesa in allenamento con i compagni e capire il gioco di Fonseca. Veretout ha accusato un fastidio ma conta di recuperare per domenica. Roma (4-2-3-1) probabile formazione: Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Pellegrini; Under, Zaniolo, Perotti; Dzeko.

Andreazzoli inizia la sua avventura in rossoblù con un 3-5-2 che vedrà in attacco il duo verde composto da Pinamonti e Kouamé. A destra spazio a Ghiglione mentre in difesa ci saranno Zapata, Romero e Criscito. Esordio dal primo minuto per Schone. Mancheranno sia Sturaro che Saponara e il principale dubbio di formazione riguarda l’interno sinistro di centrocampo con Radovanovic e Cassata che si giocano il posto. Genoa (3-5-2) probabile formazione: Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Schone, Radovanovic, Barreca; Pinamonti, Kouamé.

Sampdoria-Lazio

Alla prima giornata è incrocio Genova-Roma. Sempre domenica alle ore 20:45 i doriani contro la Lazio. Nel 4-3-3 di Eusebio Di Francesco ci saranno Caprari e Quagliarella. Per il terzo posto ci sono in lizza Gabbiadini e Gaston Ramirez con il primo favorito. Dubbio Jankto per il mister blucerchiato. Il centrocampista si è allenato a parte ma le sue condizioni non preoccupano. Molto probabile che recuperi a pieno. Squalificato Depaoli. Indisponibile Maroni. Sampdoria (4-3-3) probabile formazione: Audero; Bereszynski, Colley, Murillo, Murru; Jankto, Ekdal, Linetty; Gabbiadini, Quagliarella, Caprari.

Ma andiamo in casa Lazio. Manuel Lazzari è tornato ad allenarsi con la squadra e guarda alla maglia da titolare. Non è ancora certo il suo impiego. Rischia di partire dalla panchina Milikovic-Savic che non è al meglio per una botta rimediata in amichevole. Parolo, nel caso, è pronto a sostituirlo. Jony non potrà essere convocato. Lazio (3-4-1-2) probabile formazione: Strakosha; Vavro, Acerbi, Bastos; Lazzari, Lucas Leiva, Parolo, Lulic; Luis Alberto; Correa, Immobile.

Torino-Sassuolo

Domenica ore 20:45. C’è il Sassuolo in mezzo al doppio confronto di Europa League contro il Wolverhampton. Mazzarri potrebbe ruotare dato lo sforzo fatto nella gara d’andata. Berenguer e Djidji si candidano per un posto da titolare, Lukic potrebbe recuperare mentre Ola Aina spera di far ‘rifiatare’ De Silvestri. Torino (3-4-1-2) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Meité, Baselli, Ansaldi; Berenguer; Belotti, Zaza.

Duncan in forse, Magnanelli e Berardi ai box causa squalifica. De Zerbi pensa a Traoré con Djuricic in attacco. Non da finto nove come capitato nella scorsa stagione ma da esterno visto che la punta di riferimento centrale sarà Caputo. In difesa occhio alla possibilità di vedere Gravillon titolare. A destra spazio a Toljan. Sassuolo (4-3-3) probabile formazione: Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Rogerio; Locatelli, Obiang, Traore; Djuricic, Caputo, Boga.

SPAL-Atalanta

Grande match sempre domenica alle ore 20:45 tra SPAL e Atalanta. D’Alessandro a destra e Di Francesco a sinistra. Berisha in porta. Per il resto tutte vecchie conoscenze in casa spallina. Inizia così la stagione della squadra di Semplici che al Mazza riceve la super Atalanta di Gasperini. In difesa solito trio, in mezzo favoriti Murgia e Missiroli. Nessun dubbio su Kurtic. Davanti invece c’è da decidere chi affianca Petagna con Floccari favorito nel ballottaggio a tre con Moncini e Paloschi. Spal (3-5-2) probabile formazione: Berisha; Cionek, Vicari, Felipe; D’Alessandro, Murgia, Missiroli, Kurtic, Di Francesco; Petagna, Floccari.

Gasperini deve rinunciare allo squalificato Ilicic. Gosens invece è infortunato. Zapata sarà titolare, al suo fianco si candida Luis Muriel ma c’è anche la possibilità che un altro nuovo arrivo, Malinovskyi, possa essere gettato nella mischia. In quest’ultimo caso sarebbe un 3-4-2-1 con Zapata unica punta. In difesa favorito Skrtel che resta in ballottaggio con Djimsiti. Atalanta (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Toloi, Skrtel, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Muriel, Zapata.

Verona-Bologna

Sempre domenica sera sfida apertissima tra Verona e Bologna. Un risentimento muscolare alla coscia destra ha fermato Alessandro Crescenzi che va ad aggiungersi a molti altri nomi che alla prima non ci saranno. Di Carmine è squalificato come Vitale mentre Badu è fuori e lo sarà ancora per un bel po’. Indisponibile anche Bocchetti. In difesa spazio a Gunter con Kumbulla possibile sorpresa anche se Empereur resta in vantaggio. Davanti staffetta Tupta-Pazzini. Verona (3-4-2-1) probabile formazione: Silvestri; Rrahmani, Gunter, Empereur; Adjapong, Henderson, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Verre; Tupta.

C’è soltanto Schouten in dubbio per la sfida contro il Verona. Dzemaili è tornato ad allenarsi e punta alla convocazione per la sfida di domenica. Palacio è pronto ma con Destro è ancora ballottaggio. Ballottaggio che si protrarrà ancora per un bel po’. In difesa Tomiyasu più di Mbaye. Iniziale panchina per Skov Olsen. Bologna (4-2-3-1) probabile formazione: Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Dijks; Poli, Kingsley; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.

Inter-Lecce

Si chiude la prima giornata lunedì alle ore 20:45 con l’esordio di Antonio Conte che a San Siro ospita il suo passato. Con Godin non ancora al meglio spazio a D’Ambrosio nella linea a tre di difesa. In mezzo, ai lati di Brozovic, ci sono Vecino e Sensi in pole per una maglia da titolare con Barella, all’inizio in panchina. In attacco esordio per Lukaku dal 1′ in coppa con Lautaro Martinez. Inter (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro, Lukaku.

Problema fisico rientrato per Rossettini che lunedì sarà al centro della difesa. Restano ai box Meccariello e Mancosu mentre Shakov potrebbe anche partire dall’inizio. Liverani si giocherebbe un cambio già prima del fischio d’inizio. Il centrocampista infatti ha avuto qualche problema di troppo e non reggerebbe ancora per tutta la gara. Lecce (4-3-1-2) probabile formazione: Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Dell’Orco; Petriccione, Tachtsidis, Majer; Falco; Farias, Lapadula.