Antialghe per piscina un alleato inseparabile per la casa vacanze

Chi possiede una casa vacanze, sia essa usata come B&B, sia per uso personale, spesso dispone di una piscina. Essa infatti è un elemento indiscusso di attrazione, un momento di svago unico. Le piscine in Italia sono una costante ovunque, soprattutto nelle strutture ricettive.

Ma c’è quando l’acqua diventa velata, andando verso il torbido. Quando il fondo e le pareti risultano scivolose con qualche ombra verde. Si è in presenza delle fastidiosissime alghe. A questo punto bisogna intervenire. Serve seguire i preziosi consigli degli esperti di piscina24.it, lo specialista nella vendita online di attrezzature per piscine. Bisogna acquistare uno dei migliori antialghe per piscina.

Questo fenomeno normalmente è sintomo di una disinfezione non troppo efficiente. Ma non bisogna lasciarsi prendere dal panico. Si può infatti risolvere con un buon trattamento specifico. Grazie ad esso si elimina la presenza indesiderata e si riporta l’acqua ai parametri ottimali.

Per risolvere il problema serve mettere subito in atto delle operazioni di regolazione del pH dell’acqua. Si può fare tutto ciò con un buon prodotto antialghe per piscina e spazzolare via le macchie con una scopa aspirante.

Si agisce con un prodotto acido. Dopo avere lasciato l’acqua a riposo per qualche ora, si aggiunge il cloro e si regolano i parametri in base ai livelli prescritti. Si inserisce un apposito prodotto antialghe seguendo dosi e avvertenze indicate sulla confezione. A quel punto si lascia riposare l’acqua per una notte intera. Quindi al mattino seguente si potrà passare alla rimozione delle alghe mediante un retino per poi riverificare i valori del pH. Se non fosse stato sufficiente, è necessario intervenire con un pulitore automatico che rimuoverà una possibile fioritura presente sul fondo o sulle pareti della piscina. Se si usa un pulitore legato al sistema di filtrazione è indicato prima eseguire un contro lavaggio del filtro a sabbia per eliminare i detriti. E poi riverificare i valori dell’acqua e correggerli se necessario.

La comparsa di alghe in una piscina

Si tratta di un elemento che va ad indicare la necessità di pulizia approfondita della propria vasca. Questo nemico come già indicato si manifesta attraverso il colore dell’acqua, che tende a diventare più cupo, e dal fatto che fondale e pareti risultino scivolosi. E’ un avversario ostico ma si può battere con tanta tenacia!

In tutti questi casi bisogna ricorrere ad un trattamento specifico antialghe. E’ necessario per il ripristino dello stato di salute della piscina. Fortunatamente esistono in commercio diversi prodotti che hanno questa funzione. Sono degli antialghe per piscina che agiscono in modo diretto andando a regolare in modo adeguato i livelli di igiene dell’acqua.

Il loro meccanismo di azione è pressoché identico tra i diversi prodotti. Vanno versati in acqua, che si tratti di antialghe allo stato liquido o solido, e lasciati agire per un tempo più o meno lungo, mediamente qualche ora.

E’ possibile mettere in atto un trattamento preventivo e risolutivo. Utile a rimuovere ogni residuo muschioso dalle pareti ed a purificare l’acqua, eliminando l’effetto torbido che si genera quando le alghe fanno la propria comparsa in una piscina. Il trattamento con un efficace antialghe piscina può essere parecchio utile non solo nel caso in cui le alghe sia siano manifestate nell’acqua, ma anche a scopo preventivo. In effetti si può agire con trattamenti antialghe ad inizio stagione e ad intervalli di tempo predeterminati.

È di fondamentale importanza eseguire un trattamento antialghe che sia finalizzato a contrastarne la nascita e la diffusione. Questa azione può essere combinata, per un’efficacia ancor maggiore, ad un controllo frequente dei valori di cloro libero e di pH. In questo modo si possono apportare le eventuali correzioni e mantenere i parametri entro la norma.