Sharm El Sheikh, Hurghada, Marsa Alam mete preferite degli europei

Sharm El Sheikh, Hurghada, Marsa Alam sono tornati ad essere mete preferite dal turismo internazionale ed europeo. Il 2018, infatti, ha fatto registrare ben 11.346.389 turisti internazionali. I maggiori arrivi sono da Italia, Germania, Ucraina e Regno Unito. Le prenotazioni per l’anno 2019 evidenziano una crescita del 100% sul 2018. I dati sono stati forniti da Astoi – Confindustria Viaggi, l’associazione degli industriali che rappresenta i tour operator italiani.

Tutto esaurito per le partenze di Pasqua e per i ponti primaverili, sia come voli che come hotel a Sharm El Sheikh e nelle altre località del Mar Rosso. Tutto l’Egitto ha ripreso a crescere, compreso l’Egitto Classico, con la ripresa delle navigazioni sul Nilo e delle crociere da Luxor ad Aswan. Anche l’Egitto del Mediterraneo, El Alamein e Marsa Matrouh fa registrare il doppio dei numeri dello scorso anno.

I tour operator specializzati nei soggiorni mare credono nella destinazione e hanno deciso di potenziare gli investimenti. Ci sono nuove aperture, maggiori allotment nei resort e sui voli. Inoltre contratti di esclusiva con un maggiore orientamento ai diversi target. Si trovano strutture per famiglie, per giovani, per adulti. Un segnale che testimonia la ripresa e la fiducia sulla destinazione è dato da molti nuovi progetti immobiliari, in particolare a Marsa Alam dove sono stati riscattati terreni e molti nuovi alberghi sono in costruzione o ampliamento con una fiducia quindi, anche nel medio lungo periodo.

L’Egitto è sempre stata una destinazione di punta del turismo organizzato, che ha premiato l’intera filiera albergatori-operatori-vettori-agenzie di viaggio mentre, per i viaggiatori, ha rappresentato una meta insostituibile e dall’altissimo livello di gradimento, tanto da registrare costantemente alte percentuali di repeaters, ovvero di chi torna a rinnovare le vacanze nella stessa località.