Sanremo profuma di fiori, incanta con il Festival e diverte con il casinò

Grazie al Festival si accendono i riflettori su Sanremo. Ma la città ligure è tutta da scoprire. Profuma di fiori, diverte con il gioco d’azzardo e naturalmente incanta con la migliore musica italiana. Sanremo spesso viene identificata con il Festival della Canzone Italiana e per il suo grande Casinò. Ma le sue attrattive e le sue bellezze non si esaurirono qui.

Sanremo è la capitale della Riviera dei fiori

La città è adagiata in una grande insenatura tra Capo Nero e Capo Verde come una perla custodita tra due grandi mani. La parte antica presenta casette arroccate con stile medievale. La Pigna è la parte più antica, quella più suggestiva.

La Sanremo vecchia è stata fondata nell’anno Mille. E’ stata da subito chiamata “Pigna”, proprio per la sua strana struttura urbanistica. La Porta di Santo Stefano, in stile gotico, è il punto di incontro tra la città antica e quella moderna. La Sanremo medievale è incredibile. Infatti ci sono tanti anelli concentrici che, tutti uniti da passaggi coperti, archi, cortili nascosti dietro i muri dei palazzi o delle case, custodiscono fontane, piazze e architetture.

Via Palma è la strada principale del borgo antico, porta alla Chiesa di San Giuseppe del XVII secolo. Percorrendola si incontra Palazzo Manara, che ospitò nel lontano 1538 il Pontefice Paolo III. Continuando a camminare lungo le stradine del borgo, si incontrano le bellissime strutture della Chiesa di Santa Brigida e l’antico Oratorio di San Costanzo. Da ammirare i Giardini Regina Elena, che conducono al castello e al sagrato del Santuario della Madonna della Costa. Inoltre da vedere vi è indubbiamente la Cattedrale di San Siro, l’edificio più importante dell’intera città. Da vedere nella parte antica della città, la Torre Saracena e il Palazzo Borea D’Olmo.

Sanremo: lusso e divertimento

Il centro moderno di Sanremo inizia da Corso Matteotti, la strada più elegante dell’intera città dove fare shopping. Presso il Museo Civico è possibile ammirare gli affreschi di fine ‘600 e le tre meravigliose sezioni: le sale archeologiche, il lascito del poeta Laurano composto da preziosi dipinti e i cimeli garibaldini, appartenuti ad una nobildonna inglese vissuta a Sanremo (Caroline Phillipson).

Da vedere il Cinema Centrale, inaugurato nel 1924 e il celebre Teatro Ariston, sede del famosissimo Festival della Canzone italiana. Sanremo offre tanto per fare divertire i turisti, in ogni periodo dell’anno iniziando dal casinò, uno dei luoghi più conosciuti e frequentati.