24 Maggio 2024
EventiItalia

Alla Spezia il Paleofestival, il festival dell’Archeologia sperimentale divulgativa

Sabato 26 e domenica 27 maggio a partire dalle ore 15.30 e fino alle 20.30 il Museo del Castello di San Giorgio della Spezia si trasforma in un vero e proprio parco archeologico urbano. Hanno presentato l’iniziativa questa mattina, nel corso di una conferenza stampa al Castello San Giorgio, l’Assessore alla Cultura del Comune della Spezia Paolo Asti, la dirigente dei servizi Culturali del Comune della Spezia Marzia Ratti, la curatrice della manifestazione Donatella Alessi e la co-curatrice Anna Rozzi, conservatrice del Museo del Sigillo. Nel parco e sulle terrazze del castello, dunque, saranno creati vari punti interattivi condotti da archeologi sperimentalisti e archeotecnici, personale didattico di musei e di parchi archeologici e sperimentatori che da anni svolgono la missione di divulgare la preistoria e le antiche culture.

“Il Paleofestival è una rassegna cresciuta sempre di più nel corso del tempo, capace di coinvolgere il pubblico con un programma di proposte aperte ad adulti e bambini. – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Paolo Asti – Questa 13esima edizione si presenta ricca di proposte e attività nuove, con in più la parte scientifica che sarà oggetto del convegno in programma nella mattinata di domenica 27”. Nei suoi tredici anni di vita il Paleofestival ha riscosso un grande successo nel numero e nel gradimento dei partecipanti, coinvolgendo sempre di più il pubblico di grandi e piccini con attività interattive e spettacoli da vivere in prima persona; quest’anno si rinnovano le proposte e si aggiungono tante nuove attività.

Ecco un assaggio delle tematiche che saranno presentate: per i visitatori sarà possibile partecipare a laboratori programmati che riguarderanno l’accensione del fuoco, l’utilizzo delle armi da getto per la caccia, la fusione dei metalli, la filatura e la tessitura, la realizzazione di collane con le conchiglie e la simulazione di scavo paleontologico dei fossili di dinosauro, la creazione di profumi e l’uso delle pintaderas e dei tatuaggi nella Preistoria. Sarà possibile costruire modellini di ambienti preistorici dettagliati da elementi di paesaggio e da varie attività lavorative.

Con alcuni laboratori si arriva fino alle soglie delle prime grandi civiltà della dell’Antico Egitto e anche fino al mondo dei Romani: il gioco del senet, la scrittura in geroglifico realizzando il proprio foglio di papiro, il laboratorio di scrittura etrusca, l’occasione di giocare con i giochi da tavolo degli antichi Romani. Tra le novità di quest’anno il laboratorio di creazione di fibule villanoviane, la possibilità di modellare e decorare un ippopotamo egizio, ci sarà l’occasione di giocare al gioco del serpente egizio e anche di creare il kit da gioco da portare a casa e creare la maschera dorata di Agamennone, realizzare l’antefissa etrusca a forma di Gorgone e lavorare a sbalzo una corazza picena. Per la Preistoria ci saranno laboratori in cui si potrà lavorare l’osso per realizzare punteruoli e aghi, si farà l’intreccio neolitico, si creeranno fischietti e flauti, si potrà fare un’esperienza multisensoriale al buio e si potranno riprodurre le impronte dei fossili. Sarà possibile assistere alle fasi fusione del bronzo con la tecnica a cera persa e la forgiatura del ferro. Un’altra dimostrazione spettacolare sarà la fusione di spade di bronzo in matrici di sabbia.

Anche quest’anno saranno inseriti i laboratori per gli adulti che potranno finalmente divertirsi da soli o con i loro bambini: la domenica gli adulti potranno svolgere un workshop a pagamento per realizzare con la fusione spade e pugnali! Il tiro con l’arco, la scrittura in geroglifico, la fusione del bronzo, il laboratorio di filatura saranno a portata di adulti! Ci sarà la possibilità di visitare e partecipare alla vita quotidiana di un accampamento neolitico allestito con tende di pelle e zone produttive. In questo ambiente si potrà realizzare una statuetta di Dea Madre in argilla dopo aver intonato un inno in suo onore con tutta la tribù! Si potrà assistere anche allo spettacolo della tribù: Per un nuovo cammino-l’iniziazione.

Sabato la giornata si conclude con due eventi collettivi che coinvolgeranno tutti i partecipanti al termine di tutti gli altri laboratori: “Il Guinness dei primati” organizzato dal Museo delle palafitte di Trento alle 18.30 e, alle 19:30, ci sarà lo spettacolo “Libero dialogo fra un giornalista e l’uomo di Neaderthal” a cura di Renato Fasolo, con gli attori Elena Merlo e Girolamo Lupino. La domenica il programma si chiuderà in bellezza con la possibilità per grandi e bambini di farsi un selfie vestiti da guerriero dell’antichità: fieri romani, indomiti liguri e selvaggi longobardi popoleranno il parco del castello!

Al mattino della domenica 27 dalle ore 9:00 alle ore 13 si svolgerà il terzo incontro di studio di Archeologia sperimentale dal titolo “Problematiche e soluzioni tra ricerca e divulgazione” a cura di Edoardo Ratti, Roeland Paardkooper presidente EXARC e Donatella Alessi. L’evento, ad ingresso gratuito, è rivolto a tutti i curiosi e gli appassionati di archeologia sperimentale; quindi sarà un’esperienza unica e da non perdere. Nell’occasione saranno presentati gli atti della seconda edizione del convegno. Quest’anno avremo anche l’onore di ospitare il meeting annuale di EXARC – International Organisation of Archaeological Open-Air Museums and Experimental Archaeology. Ricercatori da tutta Europa interverranno al convegno e alle attività di dimostrazione previste nelle due giornate!

Il panorama di esperti che partecipano è particolarmente ricco, a partire dal personale e dai collaboratori del Museo del Castello, a cui si aggiungono anche operatori del Museo del Sigillo (Sp), del Museo Archeologico di Camaiore (Lucca), il Museo delle Palafitte di Ledro (Trento) . Ci saranno inoltre esperti dai parchi archeologici italiani: Parco archeologico didattico del Livelet (Treviso), Parco Archeologico del villaggio neolitico di Travo (Piacenza), il Parco Archeologico della Terramare di Montale, i parchi della Val di Cornia (Livorno). Per il quarto anno sarà presente l’Associazione Parma-Casa della Scienza. Gli sperimentatori provengono da Massa-Carrara, Pistoia, Lucca, Verona, Modena, Faenza, Arezzo, Bologna, Treviso, Ferrara, Ravenna, Firenze, Mantova, Ancona, Macerata, Palermo, Vicenza e Trento.
Il pranzo con “gusti e sapori dell’antichità” di domenica e le merende di sabato e domenica pomeriggio saranno disponibili per tutti. Subito dopo il pranzo alle ore 14.30 fino alle 15.30 sarà possibile per tutti di partecipare al baratto e scambiare materie prime e oggetti realizzati dagli operatori.

Il Comune ringrazia Coop Liguria per il sempre fondamentale apporto e sostegno. E’ necessario per tutti i partecipanti scegliere e prenotarsi per le attività programmate per la giornata. Ingresso 5 euro a bambino, accompagnatori 1 euro valido per due giorni, nelle famiglie con due o più figli gli altri pagano 3 euro. Biglietto per due giorni 7 euro, i secondi e terzi figli pagano 5 euro. L’evento si svolgerà anche in caso di maltempo. La prevendita è attiva presso l’infocenter di via del Prione (vicino al Museo Lia), il Castello e il Teatro Civico (Piazza Mentana, 1). Info: tel. 0187/751142 e 0187/778544 e chiedere di Donatella Alessi
e-mail: sangiorgio@laspeziacultura.it.  Museo del Castello di San Giorgio, via XXVII Marzo, La Spezia
Siti internet: museodelcastello.spezianet.it ; paleofestival.it.

Ecco il programma

SABATO 26 MAGGIO 2018
ORARIO
Alfio Tomaselli (Pistoia) – Laboratorio didattico sulla Preistoria: il fuoco nella Preistoria
15.30-16.30
Anna Rozzi, Civico Museo del Sigillo (La Spezia) e Barbara Campanile (La Spezia) – La pelle dell’Universo. Simboli e stampi dal Neolitico alle civiltà precolombiane
15.30-16.00; 16.00-16.30; 16.30-17.00
Alessandro Filippi (La Spezia) e Valter Fattorini (Firenze) – Aruspici e vasai, fegati e Gorgoni. Laboratorio di riproduzione con argilla e matrici del volto della Gorgone dell’antefissa di Veio
16.00-17.00; 17.00-18.00
Fabio Fazzini e Paola Benedetti (Macerata) – Dimostrazioni di archeologia sperimentale di battitura e lavorazione a sbalzo del bronzo
16.30-18.00

Marco Greco e Giannotti Roberto (la Spezia) – Magiche impronte. Laboratorio per riprodurre impronte di fossili
16.00-17.00; 17.00-18.00
Andrea Sassarini (La Spezia) e Mauro Viegi (Pisa) – L’arco: le origini, le tecniche di costruzione e i materiali. Prove pratiche di tiro
16.00-17.30
Pasquale Barile e Giuseppe Barile, Historylab (Bologna) – Senet, il gioco per l’immortalità. Il viaggio dell’anima per raggiungere il regno di Osiride
15.30-16.45
Pasquale Barile e Giuseppe Barile, Historylab (Bologna) – Lo scriba reale: lezione di geroglifico con scrittura su papiro per adulti
17.30-18.15
Silvia Merlino, Associazione Parma-Casa della Scienza, in collaborazione con il Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa e con l’Istituto CNR-ISMAR, Micol Arena (Coop Zoe, La Spezia) – Lo scavo paleontologico
15.30-17.00; 17.00-18.30
Antonio Motta (Massa Carrara) – I profumi da mangiare. La storia dei profumi entra in cucina (Pyrgos dal giardino al laboratorio)

16.00-17.00; 17.30-18.30

Manuela Amadasi e Monia Pederneschi, Kleio (Mantova) – Antiche trame: laboratorio di tessitura
16.30-17.15
Manuela Amadasi e Monia Pederneschi, Kleio (Mantova) – Antiche trame: laboratorio di filatura per adulti
17.30-18.15
Luca Bedini, Miluca Archeologia Sperimentale (Modena) – Laboratorio di scrittura etrusca arcaica su tavoletta
15-30-16.30; 17.30-18.30
Susanna Gasparini e Silvia Pini, Parco Archeologico del villaggio Neolitico di Travo (Piacenza) – PrehistoryLands. Laboratorio di modellismo preistorico: riproduzioni di architetture megalitiche e neolitiche in scala
17.00-17.30; 17.30-18.00; 18.00-18.30
Laura Salvadori e Lobna Youssef (Lucca) – Igiene e bellezza nell’antico Egitto

16.00-17.00
Luca Pellegrini, Federico Scacchetti, Andrea La Torre, Il tre di Spade (Modena) – La fusione del bronzo: la realizzazione di una spada
16.30-17.30; 18.00-18.30
Postazione EXARC: dimostrazioni di archeologia sperimentale da esperti di tutta Europa
Tutto il pomeriggio
Valerio Simini (La Spezia) – Io sto con gli ippopotami: laboratorio per realizzare l’ippopotamo egizio in argilla. Richiesta la collaborazione dei genitori
15.30-16.30; 17.00-18.00
Simone Pedron, Federico Bonfanti, Diego Battiston, Matteo Zanna e Marco Ferrari Associazione Tramedistoria (Belluno) – Il suono attraverso l’Uomo: un viaggio sonoro (e non solo!) dal Paleolitico Superiore all’età del Rame
15.30-16.30; 16,45-17.45

Cinzia Murolo e Silvia Ioli, Parchi Val di Cornia (Livorno) – Il mio nome in etrusco: laboratorio di scrittura etrusca
15.30-16.30; 16.45-17.45
Samuela Raffaelli e Marta Ragnoli (Coop Zoe, La Spezia) – Diventa anche tu un pittore paleolitico
17.00-17.45; 17.45-18.30

Ginevra Gottardi, Archeoplanet (Trento) – Ludus Duodecim scriptorum: un gioco di epoca romana; per bambini dai 7 anni e adulti

16.00-18.00
Associazione Culturale Cinghiale Bianco /Teuta Lingones (Ferrara) – Cardium Living History: la vita nella preistoria

Tutto il pomeriggio
Associazione Culturale Cinghiale Bianco /Teuta Lingones (Ferrara) – Spettacolo teatrale “Per un nuovo cammino – l’iniziazione”
17.45-18.15
Living workshop: Celti ritrovati – Alberto Rossi, Nicola Albertin, Sheila Mancini, Officina Temporis (Ancona) – Introduzione alla metallurgia: workshop per adulti sulle tecniche di fusione del bronzo

17.00-18.30

Living workshop: Celti ritrovati – Elena Ciccarelli, Officina Temporis (Ancona) – Laboratorio di filatura antica per adulti
16.30-17.30

Marta Modolo, Fabio Sartori e Maura Stefani, Parco Archeologico didattico del Livelet (Treviso) – Suoni dalla Preistoria. Laboratorio di fischietti in materiali naturali
16.00-17.00; 17.00-18.00

Sara Piva (La Spezia) – Tesori dal mare. Realizzazione di collane usando conchiglie, mitili e foglie
15.30-17.00
Raffaella Badiale (Coop Zoe, La Spezia) – Fino all’osso. Laboratorio di lavorazione di ossa animali per la produzione di aghi e punteruoli
17.30-18.00; 18.00-18.30
Mariarosaria Mauriello e Maria Hella Sorrentino, Archeodromo delle Madonie (Palermo) – Le fibule nell’abbigliamento come elemento decorativo: realizzazione di fibule in rame di età villanoviana
16.00-17.00; 17.00-18.00
Eric Wellenzohn, Tanja Montagner e Johanna Niederkofler, Archeoparc Val Senales (Bolzano) – La stuoia di Ötzi: laboratorio sull’intrecciatura neolitica
15.30-16.30; 16.30-17.30
Maila Bernardini (Coop Zoe, La Spezia) – Segni sulla pelle: comunicare con il corpo. Tatuaggi con l’hennè ispirati a quelli ritrovati sulle mummie dell’antichità
15.30-17.30
Romana Scandolari e Antonio Brusa, Museo delle palafitte di Ledro (Trento) – Preistoria ludens. Giochi per giovani primitivi: Timer carpet, Lost in prehistory
17.00-18.00
Romana Scandolari e Antonio Brusa, Museo delle palafitte di Ledro (Trento) – Spettacolo “Guinness dei primati”
18.30-19.30
Renato Fasolo, Archeoland (Verona) – Spettacolo “Libero dialogo tra un giornalista e l’uomo di Neanderthal”. Tratto da interviste impossibili: Romanzi e racconti di Italo Calvino, adattamento al dialogo Renato Fasolo. Attori: Elena Merlo e Girolamo Luppino
19.30-20.30

DOMENICA 27 MAGGIO 2017

Terzo Incontro Studio di Archeologia Sperimentale. EXARC meeting: Problematiche e soluzioni tra ricerca e divulgazione. A cura di Edoardo Ratti, Roeland Paardekooper e Donatella Alessi – Ingresso libero
10.30-12.40
Baratto: scambio di materie prime e di oggetti
14.30-15.30
Susanna Gasparini e Silvia Pini, Parco Archeologico del villaggio Neolitico di Travo (Piacenza) – PrehistoryLands. Laboratorio di modellismo preistorico: riproduzioni di architetture megalitiche e neolitiche in scala
15.30-16.00; 16.00-16.30; 16.30-17.00
Samuela Raffaelli e Marta Ragnoli (Coop Zoe, La Spezia) – Diventa anche tu un pittore paleolitico
17.30-19.00
Postazione EXARC: dimostrazioni di archeologia sperimentale da esperti di tutta Europa
Tutto il pomeriggio
Anna Rozzi, Civico Museo del Sigillo (La Spezia) e Barbara Campanile (La Spezia) – La pelle dell’Universo. Simboli e stampi dal Neolitico alle civiltà precolombiane
17.00-17.30; 17.30-18.00; 18.00-18.30
Fabio Fazzini, Paola Benedetti (Macerata) – Realizziamo insieme una corazza picena: laboratorio sullo sbalzo del metallo
15.30-16.30; 16.45-17.45
Luca Bedini, Miluca Archeologia Sperimentale (Modena) – Laboratorio di scrittura etrusca arcaica su tavoletta
16.00-17.00
Alfio Tomaselli (Pistoia) – Laboratorio didattico sulla Preistoria: il lancio con il propulsore
16.30-17.30
Andrea Sassarini (La Spezia) e Mauro Viegi (Pisa) – L’arco: le origini, le tecniche di costruzione e i materiali – prove pratiche di tiro
17.45-18.30 turno per bambini; 18.30-19.00 turno per adulti
Sara Piva (La Spezia) – Tesori dal mare. Realizzazione di collane usando conchiglie, mitili e foglie
17.30-18.30
Antonio Motta (Massa Carrara) – I profumi da mangiare. La storia dei profumi entra in cucina (Pyrgos dal giardino al laboratorio)
16.30-17.30; 17.45-18.45
Associazione Culturale Cinghiale Bianco /Teuta Lingones (Ferrara) – Cardium Living History: la vita nella preistoria

Tutto il pomeriggio
Associazione Culturale Cinghiale Bianco /Teuta Lingones (Ferrara) – Spettacolo teatrale: “Inno alla dea madre”
17.00-17.30
Associazione Culturale Cinghiale Bianco /Teuta Lingones (Ferrara) – La storia tra le mani: laboratorio per realizzare statuine della Dea Madre. Richiesta collaborazione dei genitori per i più piccoli
17.30-18.00
Laura Salvadori e Lobna Youssef (Lucca) – Costruiamo un’abitazione dell’Antico Egitto per bambini e genitori
16.00-16.30; 16.30-17.00
Pasquale Barile e Giuseppe Barile, Historylab (Bologna) – Senet, il gioco per l’immortalità. il viaggio dell’anima per raggiungere il regno di Osiride
15.30-16.45
Pasquale Barile e Giuseppe Barile, Historylab (Bologna) – Il piccolo scriba
17.30-18.15
Simone Pedron, Federico Bonfanti, Diego Battiston, Matteo Zanna e Marco Ferrari, Associazione Tramedistoria (Belluno) – Il suono attraverso l’Uomo: un viaggio sonoro (e non solo!) dal Paleolitico Superiore all’età del Rame
15.30- 16.30; 16.45-17.45
Maila Bernardini (Coop Zoe, La Spezia) – Segni sulla pelle: comunicare con il corpo. Tatuaggi con l’hennè ispirati a quelli ritrovati sulle mummie dell’antichità

15.30-16.30
Manuela Amadasi e Monia Pederneschi, Kleio (Mantova) – Antiche trame: laboratorio di tessitura

15.30-16.15; 16.15-17.00
Living workshop: Celti ritrovati: Roberto Deriu e Raffaella Donati, Gesti Ritrovati (Ravenna) – Fornaci e ceramiche celtiche
15.30-17.30
Living workshop: Celti ritrovati – Alberto Rossi, Nicola Albertin e Sheila Mancini, Officina Temporis (Ancona) – L’arte della metallurgia celtica: fusioni a cera persa di monili celtici
16.00-17.00
Living workshop: Celti ritrovati: Elena Ciccarelli, Officina Temporis (Ancona) – Dimostrazione di tintura antica.
Dimostrazione di tessitura a telaio verticale a pesi e tessitura a tavolette

15,30-16.00; 17.00-18.00
Marta Modolo, Fabio Sartori e Maura Stefani, Parco Archeologico didattico del Livelet (Treviso) – Suoni dalla Preistoria. Laboratorio di fischietti in materiali naturali
15.30-16.30
Luca Pellegrini, Federico Scacchetti, Andrea LaTorre, Il tre di Spade (Modena) – Workshop per adulti: provate in prima persona la fusione del bronzo realizzerete le vostre asce e pugnali. Su prenotazione: costo 25 €
15.30-18.30
Alessandro Filippi (La Spezia) e Valter Fattorini (Firenze) – Aruspici e vasai, fegati e Gorgoni. Laboratorio di riproduzione con argilla e matrici il volto della Gorgone dell’antefissa di Veio
15.30-16.30; 16.30-17.30
Ginevra Gottardi, Archeoplanet (Trento) – La maschera d’oro di Agamennone: laboratorio di sbalzo su lamina di metallo color oro
15.30-16.30
Valerio Simini (La Spezia) – Io sto con gli ippopotami: Laboratorio di realizzazione di ippopotami egizi in argilla. Richiesta la collaborazione dei genitori
17.30-18.30
Raffaella Badiale (Coop Zoe, La Spezia) – Fino all’osso. Laboratorio di lavorazione di ossa animali per la produzione di aghi e punteruoli
16.00-16.30; 16.30-17.00
Mariarosaria Mauriello e Maria Hella Sorrentino, Archeodromo delle Madonie (Palermo) – Le fibule nell’abbigliamento come elemento decorativo: realizzazione di fibule in rame di età villanoviana
16.00-17.00
Marco Greco e Giannotti Roberto (la Spezia) – Magiche impronte. Laboratorio per riprodurre impronte di fossili
18.00-19.30
Lara Confetti e Elisa Pasciuti (Coop Zoe, La Spezia) – Il gioco del serpente egizio
16.30-17.30; 17.45-18.45
Cinzia Murolo e Silvia Ioli, Parchi Val di Cornia (Livorno) – Il mio nome in etrusco: laboratorio di scrittura etrusca
15.30- 16.30; 16.45- 17.45
Silvia Merlino, Associazione Parma-Casa della Scienza, in collaborazione con il Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa e con l’Istituto CNR-ISMAR e Micol Arena (Coop Zoe, La Spezia) – Lo scavo paleontologico
15.30-17.00; 17.00-18.30
Donatella Alessi, Museo del Castello (La Spezia) e Amanda Moruzzo (Coop Zoe, La Spezia) – Nei panni di… Il passato da indossare. Trasformati in un fiero romano, un indomito ligure o un elegante greco
17.30-1.