24 Maggio 2024
Gran BretagnaTravel

A Londra in visita a Kensington e a Notting Hill

Kensington è una zona ben delimitata di Londra. A nord da Notting Hill, Knightsbride a est, Chelsea e Earl’s Court a sud e Hammersmith a ovest. È una delle zone più frequentate della città. E’ il quartiere più caro di Londra, tra i più eleganti. Era chiamato “Albertopolis”, in onore del principe che fece creare gli splendidi musei e la sala da concerti. E’ una delle zona della città da visitare.

I musei di Kensington

Il quadrante ospita molti dei più importanti musei ad ingresso gratuito della città. Si trovano tutti lungo la Exhibition Road. Sono il Science Museum (Museo della Scienza) che celebra la tecnologia al servizio della vita quotidiana. Anche il Natural History Museum (Museo di Storia Naturale), dove poter ammirare la grandezza di un dinosauro T-Rex. E’ possibile anche osservare da vicino la vita degli insetti. Il Victoria & Albert Museum è il luogo dove ammirare oggetti d’arte e design degli ultimi tremila anni. Sono incluse ceramiche, mobili d’arredo, fotografia, moda, tessuti, dipinti e tanto altro.

Sempre nel quartiere di Kensington si trova inoltre la Royal Albert Hall, una delle sale da concerto più famose al mondo. Ogni anno si tiene il famoso festival di musica classica BBC Proms, ma anche concerti di musica pop, balletti, lirica e tanto altro ancora.

La parte nord del quartiere è occupata dai bellissimi spazi verdi di Kensington Garden e Hyde Park. Quest’ultimo è uno dei più grandi parchi reali londinesi. Nel XIX fu sede di proteste e lo è ancora oggi. All’interno di queste due grandi e bellissime aree verdi vale la pena visitare il Kensington Palace, che fu dimora anche della principessa Diana. E la Serpentine Gallery, un bel museo di arte contemporanea che ospita, tra le altre, opere di Andy Warhol e Piero Manzoni.

Notting Hill il quartiere alla moda

A nord di Kensigton si trova Notting Hill, uno dei quartieri più alla moda di Londra, reso ancora più famoso dall’omonimo film degli anni Novanta con Julia Roberts e Hugh Grant. Il quartiere è l’emblema della grande capacità che la capitale ha nel trasformare quartieri poveri in quartieri milionari. Negli anni Sessanta infatti, grazie all’arrivo dalle colonie britanniche di molte immigrati afrocaraibici, l’area iniziò a colorarsi di nuove tinte e di nuovi sapori. Era l’inizio della multiculturalità londinese. Di questa immigrazione è rimasto il Carnevale di Notting Hill, la festa che ogni Bank Holiday di agosto celebra le comunità caraibiche di Londra. Notting Hill oggi è un quartiere ricco di ristoranti alla moda, bar, negozi, strade stravaganti e graziosi giardini, ed è sede di uno dei più colorati mercati di Londra, il Portobello Road Market. Questo mercato è una vera e propria istituzione londinese e vi si può trovare davvero di tutto.

West End: il primo quartiere di Londra

Chi arriva in città entra nel West End. Migliaia di persone la frequentano a ogni ora del giorno e della notte. La mattina il West End è molto frequentato per lo shopping nei grandi megastore: Selfridges, Top Shop o Uniqlo. Nelle librerie o nei negozi di abbigliamento e gadget vari di Oxford Street e Regent Street. La sera invece per i teatri, soprattutto intorno a Shaftesbury Square e i club di Soho. I punti più conosciuti del West End sono Piccadilly Circus, con le sue gigantesche insegne luminose e lampeggianti, le strade di Soho e Chinatown, e Covent Garden.

Il centro di Soho è Carnaby Street, la strada simbolo della Swinging London anni Sessanta e della cultura beat. Questo insieme di strade è un luogo dello shopping londinese. Oltre alle boutique classiche per gli amanti dello stile british, anche altri marchi importanti hanno un proprio negozio lungo Carnaby Street. Fa parte di Soho anche Chinatown, il quartiere cinese.

Gerrard Street, la strada principale, e le vie adiacenti sono un susseguirsi di ristoranti cinesi e mini-market orientali. Riconoscerete la zona dalle lanterne cinesi rosse sospese in aria. All’ingresso di Gerrard Street vi è il famoso portale cinese, dove tutti amano farsi scattare una foto ricordo. Soho è uno dei quartieri migliori per andare a mangiare a Londra, qui troverete di tutto, qualsiasi tipo di cucina etnica è ben rappresentata.

Nella zona est del West End c’è Covent Garden, un’oasi libera dal traffico, amata dai turisti, piena di bar, negozi e ristoranti. Tutto ruota intorno al mercato coperto del XIX secolo; appena fuori dal mercato, la piazza diventa inoltre il palcoscenico per i tanti artisti di strada che ogni giorno si esibiscono per tutti coloro che vogliono fermarsi e regalarsi qualche minuto di puro intrattenimento: bravissimi giocolieri, acrobati, clown, mimi pronti a divertire con i loro spettacoli, sempre coinvolgendo il pubblico e i bambini, in cambio di qualche sterlina.

Sempre nel West End è ubicato il British Museum, uno dei musei più importanti del mondo. Ospitato in un meraviglioso palazzo neoclassico del 1847, al museo si è aggiunta 153 anni dopo la magnifica Great Court ricoperta di vetro. Tra i pezzi più famosi ci sono antichi reperti egizi come la famosa Stele di Rosetta e i meravigliosi fregi in marmo del Partenone. L’ingresso è gratuito.