E-travel: crescono i servizi di viaggio

E-travel in buona salute in tutto il Mondo. I dati disponibili certificano infatti una crescita dei servizi di viaggio. Si va dai voli al car rental, dai treni ai ride sharing (auto e bici) e alle prenotazioni online con pacchetti vacanza, affitti e hotel.

E-travel in crescita

Si prevede che i dati entro il 2022 cresceranno del 9,3% per un valore di 1.025 miliardi di dollari. A guidare la mobilità dell’ecommerce turistico nel 2022 saranno i viaggi aerei per un valore di 701 miliardi di dollari seguiti dal ride sharing. Si tratta di un trend in accesa tra i viaggiatori. Si rima una crescita del 58,5% nel 2022 passando da 44 miliardi di dollari a più di 106 miliardi di bigliettoni verdi.

Ponendo l’evidenziatore sul dato del fatturato emerge come la Cina che registrerà la percentuale più elevata di crescita sia nei servizi di mobilità che nel booking online. L’incremento è stimato attorno al 14%. Gli Stati Uniti d’America conserveranno la leadership con un fatturato globale previsto di all’incirca 280 miliardi di dollari. La Cina però si avvicina con 221,5 miliardi. Mentre l’Europa si attesta al 265,8 miliardi.

La competizione nell’e-travel

Lo scenario competitivo è sempre più affollato grazie anche alle startup che sono in aumento. C’è anche un numero piuttosto elevato di operazioni finanziarie e accordi nell’e-travel. Da notare come alcune aziende vengano acquisite da altre come ad esempio Homeaway da parte di Expedia.

Il mobile cresce a vista d’occhio e sta per diventare il canale preferito. Da non sottovalutare anche l’intelligenza artificiale. Essa è uno dei grandi attori che sta entrando in questo settore. L’esempio più eclatante è Fizzy, app della blockchain alle assicurazioni di viaggio, che consente il rimborso automatico del ritardo dei voli. Il settore è quindi in continua crescita, evoluzione ed espansione. Aumentano sia i viaggiatori sia la qualità dei servizi richiesti e proposti nei diversi pacchetti vacanza.