Roma. Visitare palazzo Farnese uno dei gioielli del Rinascimento

Cosa vedere a Roma? Il turista a questa domanda trova decine di risposte, una più interessante dell’altra. In cima alla lista c’è Palazzo Farnese, edificio rinascimentale tra i più belli della città, che attualmente ospita l’ambasciata di Francia. Visitare l’edificio richiede molta programmazione. Bisogna inoltrare richiesta almeno con un mese di anticipo. In alcuni periodi dell’anno l’attesa arriva a 4 mesi. Si può prenotare individualmente oppure per gruppi da 20 persone al massimo. Le regole sono stringenti. La stessa organizzazione può ottenere soltanto una visita annua. Serve il documento d’identità originale. Non si possono fare riprese e non si può entrare con borse.

Palazzo Farnese: il Rinascimento

Alla scoperta di uno dei tesori di Roma il turista rimane affascinato dal cortile, dall’atrio del Sangallo, dal Salone d’Ercole, con i suoi arazzi ispirati agli affreschi di Raffaello. Il pezzo pregiato è la galleria dei Carracci. Le visite in italiano si svolgono il lunedì e il venerdì alle 17 e il mercoledì alle 15 e alle 16 (durano 45 minuti). Le domande di visita vanno inviate via e-mail 3 mesi prima della data richiesta attraverso inventerrome.com. All’entrata sarà effettuata un’ulteriore verifica dei documenti d’identità di tutte le persone iscritte. Per la visita bisogna essere 10 minuti prima dell’orario previsto al punto d’incontro di fronte all’Ambasciata, in Piazza Farnese, con il documento di identità e la conferma della prenotazione.