Alla scoperta del patrimonio della Calabria: musei e parchi archeologici

I vacanzieri che scelgono l’Italia del Sud prediligono la Calabria, terra di mare, montagna e cultura. Chi ama il turismo culturale in questo mese può visitare il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna nei pressi di Crotone e partecipare anche agli incontri “alla scoperta del patrimonio calabrese: musei e parchi archeologici”.

Presidi archeologici della Calabria

Questa regione meridionale conserva resti di grande valore. Per farli conoscere c’è l’impegno costante degli operatori culturali. L’iniziativa crotonese mira a promuovere i tesori calabresi.

Ecco alcuni degli incontri in calendario dopo Ferragosto:

  • 18 agosto 2017- Ore 18.30

Appuntamento con Fabrizio Mollo, curatore scientifico e allestimento del museo di Blanda di Tortora e curatore allestimento del museo dei Brettii e del Mare di Cetraro.

  • 22 agosto 2017 – Ore 18.30

A colloquio con Rossella Agostino, direttrice del Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, del Museo Archeologico e Parco Archeologico dell’antica Kaulon, del Museo e Parco Archeologico “Archeoderi” di Bova Marina e del Museo Archeologico di Metauros di Gioia Tauro.

In concomitanza con gli incontri il museo di Capo Colonna rimarrà aperto al pubblico fino alle ore 23.00.

L’iniziativa è realizzata dal Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna in collaborazione con il comune di Crotone.

Il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna afferisce al Polo Museale della Calabria diretto da Angela Acordon.

Un pensiero riguardo “Alla scoperta del patrimonio della Calabria: musei e parchi archeologici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *