Alla scoperta dell’anello dei Monasteri in mountain bike

Alla scoperta di Soveria Mannelli domenica 14 maggio con il primo raduno del locale Mountain Bike Club. La cittadina calabrese è il cuore del Reventino nel Catanzarese, scrigno ambientale più bello della Calabria.

“L’anello dei monasteri”

Ben 34 km con partenza e arrivo nel centro di Soveria Mannelli attraverso le località Colla, Pirillo e San Tommaso e i territori di Carlopoli, Decollatura e Pedivigliano su strade sterrate nei boschi di castagni, cerri e ontani.

Ritrovo alle 9 in piazza Bonini. Da qui verso Adami, piccolo borgo di Decollatura a 900 metri sul livello del mare. Il borgo conserva elementi architettonici in pietra verde lavorata da scalpellini locali e interrotte da strette vinelle o da archi. Nella chiesa parrocchiale si conservano le opere di Zimatore.

Da Adami si proseguirà verso piano d’Api e da qui alla fontana e al laghetto della Forestale per arrampicarsi verso colle Santa Maria di Iunci dove si erge il Monastero della Piccola Famiglia dell’Esodo, eremiti che hanno scelto la precarietà di chi “cammina nel deserto”, di chi “cammina sulle acque” affidandosi a Dio e alla Sua Provvidenza. Dopo la benedizione e la preghiera del ciclista si proseguirà in direzione Borboruso per la Chiesa degli Abbandonati dove è in programma una degustazione di prodotti tipici.

Nella valle del Corace si stagliano i ruderi dell’antica abbazia di Corazzo che visse il suo apice sotto l’abate Gioacchino da Fiore. Il complesso è stato colpito dal sisma del 1783, poi soppresso nell’Ottocento.

Un pensiero riguardo “Alla scoperta dell’anello dei Monasteri in mountain bike

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *