23 Febbraio 2024
Gran Bretagna

La Londra dei pub sta scomparendo: il numero dei locali va a picco

Due pub al giorno spariscono dalle strade inglesi. Uno dei simboli della Gran Bretagna va a picco. A Londra e nel resto del Regno Unito il numero dei pub diminuisce ogni anno. Dall’inizio dell’anno quasi 400 sono stati demoliti o riconvertiti ad altri usi e secondo la British Beer and Pub Association, dai 60 mila che nel 2000 erano ancora in attività si è passati ai 45.800 nel 2022. “Speriamo che, ad un certo punto, il declino si stabilizzi man mano che ci avviciniamo al numero minimo di pub necessari per soddisfare la domanda in ciascuna area”, ha spiegato all’AFP Nick Fish, che gestisce le statistiche del BBPA.

Paul Richard Jennings, ex professore dell’Università di Bradford, si dice sicuro che i pub non siano destinati all’estinzione. “Beviamo meno perché ci sono molti altri modi per spendere tempo libero e denaro” spiega all’AFP. “Nel XX secolo si sono verificati massicci cambiamenti urbani con la demolizione di periferie degradate e con esse di molti pub, nel 1869 ce n’erano 118.499 in Inghilterra e Galles. Un secolo dopo, nel 1971, ce n’erano 64.087. Adesso ci sono altri posti dove bere e molte persone vanno al supermercato e bevono a casa, pagando meno che in un pub i cui costi di gestione sono aumentati costantemente”.

All’incirca la metà dei pub appartengono a società immobiliari che, se credono di ricavare più soldi da un supermercato o da un condominio, li venderanno. Ma non scompariranno mai del tutto. Fanno parte dell’identità britannica. I pub sono un’attrazione turistica e 36 di essi sono classificati come monumenti dal National Trust, un’organizzazione britannica per la conservazione del patrimonio.