15 Giugno 2024
Economia

Come le aziende possono investire i capitali non pagando le tasse

Tutte le aziende – grandi o piccole che siano – si trovano frequentemente davanti al grande dilemma di gestire i loro capitali nel modo più efficiente possibile. Uno degli obiettivi primari di questa sfida, ricade nell’esigenza di massimizzare da una parte i profitti, dall’altra di ridurre al minimo l’impatto fiscale sulle entrate. Fortunatamente, esistono diverse strategie legali e responsabili di medio e lungo periodo che consentono alle aziende di investire i capitali senza dover affrontare un carico fiscale eccessivo. Ciò previene che il loro futuro possa essere compromesso in caso di situazioni avverse (come ad esempio lo scenario apocalittico della pandemia degli scorsi anni). Vediamo insieme qui di seguito le leve principali attraverso le quali un’azienda potrebbe investire capitale pagando meno tasse.

  1. Sfruttare le agevolazioni fiscali offerte dal governo

Molte giurisdizioni (tra cui l’Italia) offrono incentivi fiscali ed agevolazioni alle imprese che investono in determinati settori o progetti. Questi incentivi possono includere crediti d’imposta, esenzioni fiscali o agevolazioni sull’imponibile e sul reddito per investimenti specifici. Ad esempio, in Italia è possibile da qualche anno usufruire di agevolazioni fiscali se un’azienda decidesse di investire in ricerca e sviluppo, energie rinnovabili o progetti di sviluppo economico nelle comunità locali. Allo stesso modo, possono esserci detrazioni fiscali, crediti d’imposta e diversi incentivi per tutte quelle imprese che nel 2023 hanno investito nella transizione digitale, nella sostenibilità energetica e nella mobilità ed al rinforzamento delle competenze necessarie all’interno delle imprese. Le aziende dovrebbero essere proattive nell’identificare e sfruttare queste opportunità per investire i loro capitali in modo intelligente, sostenendo allo stesso tempo settori cruciali per il loro sviluppo sociale ed economico.

  1. Investire in strutture aziendali per pagare meno tasse

Un altro approccio cruciale è investire nella struttura stessa dell’azienda al fine di ridurre l’onere fiscale complessivo. Questo può includere la ristrutturazione delle attività aziendali in modo tale da sfruttare al meglio le detrazioni fiscali ed i vantaggi offerti dalle diverse forme giuridiche. Ad esempio, la riorganizzazione delle attività in una struttura societaria diversificata può consentire di beneficiare di regimi fiscali più favorevoli. La creazione di holding, la distribuzione delle attività in diverse società affiliate o la pianificazione della successione aziendale sono strategie che – se realizzate in modo oculato e in conformità con la normativa fiscale – possono contribuire a ridurre l’impatto tributario complessivo sulle entrate aziendali. Tuttavia, è fondamentale compiere queste azioni sotto la guida di consulenti fiscali esperti al fine di assicurare la conformità alle leggi e di evitare rischi di interpretazioni errate della normativa fiscale vigente. L’esempio citato in questo recente articolo del blog di SixteGroup sull’efficacia di costituire una holding risparmiando sulle tasse, ne è un chiaro esempio. Investire nella struttura stessa dell’azienda può offrire opportunità significative per ridurre legalmente il carico fiscale e massimizzare il rendimento delle attività aziendali.

  1. Utilizzare i piani di investimento pensionistici per dipendenti

Un altro metodo poco conosciuto ed utilizzato attraverso il quale diverse aziende potrebbero investire i capitali senza dover pagare tasse eccessive è sfruttando piani di investimento pensionistici per i dipendenti. Questi piani (come i fondi pensione aziendali o i piani di risparmio previdenziale), offrono vantaggi fiscali significativi. Le aziende possono contribuire ai fondi pensione dei dipendenti, consentendo loro di beneficiare di un trattamento fiscale agevolato. Questi contributi possono essere considerati a tutti gli effetti come una spesa aziendale, riducendo così l’imponibile tributario complessivo.

  1. Ottimizzare le detrazioni fiscali per gli investimenti aziendali

Esistono diverse detrazioni fiscali specifiche per le aziende che possono essere sfruttate per ridurre l’imposta totale sul reddito derivante dagli investimenti. Le spese aziendali legate agli investimenti, come ad esempio l’acquisto di attrezzature, la formazione del personale o l’aggiornamento delle tecnologie, possono spesso essere detratte dal reddito soggetto ad imposta, riducendo così la base imponibile complessiva e di conseguenza l’imposta da pagare.

  1. Strutturare gli investimenti in modo strategico

Le aziende possono anche pianificare gli investimenti in modo strategico, utilizzando strutture legali che consentono di minimizzare l’impatto fiscale. Ad esempio, la creazione di filiali all’estero in giurisdizioni con tassazioni più favorevoli o di società controllate che gestiscano una o più parti di un processo aziendale (come un’attività manifatturiera, la distribuzione prodotto o il marketing), possono aiutare ad ottimizzare l’imposizione tributaria complessiva sugli investimenti. Tuttavia, a tal proposito è fondamentale operare in conformità con le leggi fiscali locali ed internazionali, assicurandosi che tali pratiche siano etiche e rispettose delle normative vigenti.

  1. Investire in titoli esentasse o a bassa tassazione

Alcune tipologie di investimenti, come determinati titoli o fondi, possono essere esentasse o soggetti a una bassa tassazione, a seconda delle normative fiscali del paese. Le obbligazioni dello stato o di aziende consociate dello stato stesso, sono un esempio comune di investimenti che solitamente offrono esenzioni fiscali su determinati redditi. Esplorare queste opportunità, può aiutare le aziende a massimizzare i loro rendimenti senza recuperando capitale sulle tasse.

In conclusione, le aziende hanno diverse opzioni a disposizione per investire i capitali senza dover pagare tasse eccessive o un carico fiscale che potrebbe compromettere il loro futuro. È importante che le aziende operino in modo responsabile e in conformità con le leggi fiscali vigenti, utilizzando strategie che consentano di ottimizzare i profitti senza ricorrere a pratiche discutibili o illegali. Consultare esperti fiscali o consulenti finanziari può essere di grande aiuto per identificare le migliori strategie di investimento, idonee alle specifiche esigenze aziendali ed alle normative tributarie locali. Investire in modo intelligente e responsabile non solo consente alle aziende di massimizzare i loro profitti, ma può anche contribuire allo sviluppo sostenibile ed alla crescita economica a lungo termine.