27 Febbraio 2024
Spagna

In Spagna sistemi di videosorveglianza per garantire che gli animali non vengano maltrattati prima di essere uccisi

Sistemi di videosorveglianza per garantire che gli animali non vengano maltrattati prima di essere uccisi. Saranno installati nei macelli spagnoli. Il regolamento fa della Spagna il primo Paese dell’Unione Europea a rendere obbligatoria l’installazione di telecamere in questo tipo di impianti. Questo regolamente risponde ai requisiti derivanti dalla strategia europea Farm to fork, presentata all’inizio del 2020, con la quale Bruxelles cerca di passare ad un modello alimentare più equo, sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Secondo il governo di Madri, l’uso delle telecamere permetterà di effettuare controlli aggiuntivi rispetto a quelli finora portati avanti nei macelli. L’aspetto più innovativo è che l’implementazione di telecamere sarà obbligatoria in tutti i mattatoi. Il regolamento concede ai grandi macelli un periodo di un anno per adeguarsi, mentre i piccoli avranno due anni per farlo.

La nuova legislazione consentirà di istituire ulteriori strumenti di controllo per garantire che, in tutti i macelli spagnoli compresi quelli mobili, le sofferenze degli animali siano ridotte al minimo, durante lo scarico, il trasferimento, l’allettamento o lo stordimento degli animali. Per l’esecutivo spagnolo, si tratta di un regolamento “che pone la Spagna all’avanguardia in Europa in questo settore e che, oltre a garantire il benessere degli animali durante la loro permanenza nei macelli, migliora anche le garanzie di sicurezza alimentare per i consumatori”.