Banda ultra larga: completati i lavori di Open Fiber a Gambassi Terme

L’assessore regionale alle infrastrutture digitali, Stefano Ciuoffo, ha illustrato, insieme al sindaco Paolo Campinoti e al rappresentante di Open Fiber, presso il Comune di Gambassi Terme (FI) il completamento dei lavori di connessione alla banda ultra larga che permetterà ai cittadini e imprese di navigare in internet a 1000 megabit al secondo. Open Fiber sta infatti sta realizzando un’infrastruttura che punta a ridurre il divario digitale fornendo servizi di connettività in oltre 9 milioni di abitazioni in tutta Italia, nelle cosiddette “aree bianche”, cioè quelle meno densamente popolate o montane, con il contributo economico delle regioni coinvolte. I lavori a Gambassi Terme, eseguiti con 1.424.066,7 euro di fondi Fesr, sono stati completati e la nuova rete in fibra ottica conta 112 km e connetterà 3152 unità immobiliari nelle aree di intervento di Gambassi Terme, Badia a Cerreto, Case Nuove, Varna, Il Castagno, Borgoforte, Pillo.

Inoltre sono stati cablati 12 punti sensibili indicati direttamente dal Comune che sono il Palazzo comunale (5 uffici) in via G. Garibaldi 7, la Asl in via Volterrana 31, l’autorimessa comunale in SP 64 Certaldese II 30, l’Ufficio informazioni in via Volterrana, la palestra comunale via E. Fermi, la Scuola secondaria – G. Gonnelli via E. Fermi 5, la Scuola Domenico Livi via E. Fermi 8, la Scuola infanzia via Roma, la stazione Carabinieri via Roma, l’Asilo nido – Mastro Ciliegia via G. Mameli (Badia a Cerreto) 1, l’impianto sportivo via A. Meucci (Case Nuove) , l’edificio ex-ostello in SP Volterrana (loc. Il Castagno) 28.

“Dobbiamo correre – ha affermato l’assessore Ciuoffo – per coprire il più presto possibile le aree meno densamente popolate per dare parità di condizioni a tutti i cittadini. La cittadinanza oggi passa soprattutto dall’accesso ai servizi pubblici digitali, la pandemia ha accelerato un percorso evolutivo che era già in atto. Ci auguriamo che, con l’avviso recentemente chiuso e assegnato di Italia 1 Giga, si vadano rapidamente ad infrastrutturare anche quelle realtà della Toscana che erano rimaste escluse dall’intervento avviato nel 2017 e le cosiddette “aree grigie”, in cui vi è la presenza di un unico operatore e molta della domanda di connettività rimane inevasa. La Regione Toscana – conclude – ha necessità di conoscere le tempistiche con cui verranno conclusi i Comuni compresi nella precedente misura, sia quando partiranno i lavori ed in quali aree del nuovo bando Italia 1 Giga. Solleciteremo il Ministero dello sviluppo economico nonostante la crisi istituzionale in corso ed il prossimo rinnovo del Parlamento”.

“Per Gambassi Terme – afferma il sindaco Campinoti – è un passaggio a un livello di connettività che aumenta le possibilità anche di attrazione del territorio. Sarà più facile portare avanti progetti imprenditoriali, commerciali e turistici. Al tempo dello smart working, inoltre, le possibilità di decentramento della forza lavoro delle aziende medio grandi rispetto alle città potrebbe aprire prospettive interessanti anche per il mercato immobiliare, configurandoci come luogo di lavoro con elevata qualità di vita. Si apre comunque una nuova “epoca” per il nostro territorio della quale si spera di valutare tutte le possibili implicazioni positive”

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso. I clienti interessati non dovranno far altro che contattare un operatore tra quelli presenti sul sito www.openfiber.it e scegliere il piano tariffario. L’operatore selezionato contatterà Open Fiber, che a quel punto fisserà un appuntamento con il cliente, con l’obiettivo di portare la fibra ottica dal pozzetto stradale fin dentro l’abitazione. Al termine dell’operazione, l’utente sarà pronto a navigare alla velocità di 10 Gigabit al secondo, e beneficiare di servizi come lo streaming online in Hd e 4K, il telelavoro, la telemedicina, e tante altre opportunità generate dalla rete Ftth costruita da Open Fiber, che permette una vera rivoluzione digitale.