Turismo a Pisa: l’infopoint rimane in piazza del Duomo

L’infopoint turistico rimarrà in piazza del Duomo per altri tre anni. È quanto stabilito nel testo della convenzione tra Comune di Pisa e Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana approvato dalla Giunta Comunale. Nella convenzione si stabilisce la concessione in uso gratuito al Comune di Pisa dei locali in piazza del Duomo di proprietà dell’Aoup, destinati all’esercizio delle attività di informazione turistica della città, per altri tre anni.

“La permanenza dell’ufficio di informazioni turistiche in piazza dei Miracoli – spiega l’assessore al turismo Paolo Pesciatini – rappresenta una risorsa di grande valore strategico per lo sviluppo della promozione turistica a Pisa. Per la nostra città privare l’area monumentale di un servizio essenziale per intercettare i flussi turistici, rappresenterebbe una criticità reale e per questo voglio esprimere un sincero ringraziamento all’Aoup per la sensibilità dimostrata nei confronti della città. Con la proroga della concessione per altri tre anni, l’Aoup dimostra ancora una volta di condividere con l’Amministrazione Comunale il perseguimento di interessi comuni di rilevanza pubblica, come quello dell’accoglienza e della promozione turistica, che coinvolgono l’intera comunità. Grazie a questa nuova convenzione saremo in grado di continuare a fornire un servizio utile e fondamentale per la città, affinchè Pisa sia conosciuta, visitata e apprezzata, cercando di andare oltre piazza dei Miracoli, per le bellezze e le risorse che può offrire in tutto il suo territorio”.

L’immobile è utilizzato dal Comune di Pisa come punto informativo turistico dal maggio del 2014, in forza di un contratto di comodato gratuito che è stato successivamente prorogato. In questi anni il Comune ha provveduto ad adeguare a proprie spese l’immobile all’attività di punto informativo, per renderlo idoneo al servizio di assistenza turistica. A distanza di otto anni, continuando a sussistere le condizioni che avevano portato nel 2014 alla sottoscrizione del contratto di comodato e alla luce di ulteriori obiettivi di collaborazione tra i due enti, il Comune e l’Aoup hanno ritenuto opportuno stringere con la nuova convenzione un nuovo accordo per regolare i propri rapporti nel perseguimento degli interessi comuni.